Antonio Ragusa
Antonio Ragusa

La sua rete non è bastata per consentire al Sassuolo di uscire dalla crisi ma il taorminese Antonio Ragusa può comunque mettere nell’album della sua carriera calcistica la data del 20 novembre 2016: quella del primo gol in Serie A, al minuto 29 del secondo tempo di Sampdoria Sassuolo. L’esterno offensivo della squadra emiliana ha infatti realizzato l’illusorio 2-0 che sembrava aver messo il match di domenica a Marassi sul binario dei tre punti per il Sassuolo. In precedenza lo stesso Ragusa aveva servito l’assist per l’1-0 a Federico Ricci per l’1-0, anche lui al suo primo centro nella massima serie. L’incredibile rimonta blucerchiata con Quagliarella e la doppietta di Muriel ha vanificato tutto e ha ribaltato la gara in favore dei padroni di casa.

Quarta sconfitta. Oltre l’amarezza per la quarta sconfitta consecutiva del Sassuolo, rimane comunque la soddisfazione personale per Ragusa, autore di una splendida prestazione, certamente la migliore sin qui della sua stagione. Ragusa si è involato sulla fascia sinistra bruciando la difesa ligure e con un perfetto diagonale ad incrociare sul secondo palo non ha lasciato scampo a Puggioni. Il 26 enne taorminese sta ripagando nel miglior modo possibile la fiducia del Sassuolo ed in particolare del mister Di Francesco che lo ha ormai inserito in pianta stabile nell’undici titolare. E anche stavolta tanti amici di Taormina e Giardini Naxos, ma anche di numerose altre località, si sono complimentati con Ragusa, che si conferma protagonista e pienamente all’altezza della Serie A.

© Riproduzione Riservata

Commenti