Piero Benigi
Piero Benigni, consigliere comunale di maggioranza

«Assumere almeno 10 nuovi vigili urbani in occasione del G7, non solo per quei giorni ma in via definitiva». E’ la richiesta che avanza il Pd di Taormina, e che sarà proposta all’Amministrazione anche martedì sera in Consiglio comunale, dove in agenda c’è un odg urgente sul G7 (presentato insieme ai consiglieri di “ProgettiAmo Taormina”), per affrontare la situazione sempre più critica riguardante la carenza di agenti di Polizia municipale in organico a Taormina. Sono, infatti, soltanto 10 i vigili rimasti in servizio e per lo più non giovanissimi, che ogni giorno devono adempiere ai tanti servizi sul territorio: e questo stesso numero esiguo di unità in servizio rischia di portare fra 3 anni al declassamento del Corpo di Polizia municipale, visto che alcuni si avviano al pensionamento.

Richieste. «Per questo – spiegano Sergio Cavallaro, ed i consiglieri Piero Benigni, Graziella Longo e Carmelo Valentino – occorre procedere al potenziamento immediato del Corpo di Polizia municipale, tenendo conto dell’opportunità che viene data dal G7». «Tuttavia – sottolinea Cavallaro – non si tratta di assumere dei vigili per 20 giorni o per 3 mesi, perché questo non risolverebbe in alcun modo il problema e sarebbe soltanto una soluzione tampone legata al momento, bisogna invece ottenere la possibilità di dotare l’organico di nuovi agenti assumendoli in via definitiva». La questione è stata affrontata anche nella visita a Taormina nelle scorse ore del presidente emerito della Camera Luciano Violante, che è stato accolto venerdì scorso nella Perla dello Ionio dagli esponenti taorminesi del Partito Democratico e che si è intrattenuto per qualche momento in città prima di recarsi poi a Messina. Inoltre, il capogruppo consiliare Benigni ha discusso la questione di recente anche con il sottosegretario Davide Faraone circa l’opportunità di andare in deroga al Patto di Stabilità per sbloccare le assunzioni. L’ipotesi è quella di garantire alla città almeno una decina comunque per fronteggiare le molteplici esigenze di cui necessita il territorio.

Problema ventennale. Del potenziamento del Corpo Vigili urbani si parla senza una svolta da ormai un ventennio e si è, a questo punto, prossimi ad una situazione di non ritorno visto che il pericolo all’orizzonte è, come detto, quello del declassamento del Corpo se non arriveranno i rinforzi. Gli agenti sovrintesi dal Comandante Agostino Pappalardo effettuano ogni giorno vari servizi in un territorio che non si compone soltanto del centro storico e dove vi è l’esigenza di attenzionare le frazioni, a partire da Trappitello, che ormai va considerata una vera e propria cittadina vista la sua alta densità demografica, e c’è pure la zona a mare che soprattutto nei mesi estivi è particolarmente impegnativa per i momenti di caoticità che si creano. Ecco perché l’aspettativa è che il G7 possa rappresentare il momento buono per determinare quella svolta inderogabile in grado di ottimizzare le condizioni operative della Polizia municipale di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti