Funivia di Taormina
Funivia di Taormina

Asm avvia l’iter per sostituire le cabine della funivia Taormina-Mazzarò. E’ stata indetta apposita procedura tramite bando con importo a base d’asta stimato in 397 mila euro. Si tratta di 8 cabine, suddivise in grappoli, che effettuano le corse verso Taormina centro ed altrettante invece che raggiungono la zona a mare di Mazzarò e Isola Bella, con ogni cabina che trasporta sino a 12 persone. L’obiettivo dell’iter formalizzato dal commissario liquidatore Agostino Pappalardo e dal direttore d’esercizio, ing. Sergio Sottile, è quello di dare all’impianto una veste moderna con vetture in linea col design attuale ed integre nella struttura, e di implementare un sistema di apertura e chiusura porte più efficace. Si intende, inoltre, disporre di vetture con una maggiore visibilità per consentire all’utenza di godere di una migliore visione esterna.

Vantaggi per i visitatori. Verranno anche ridotte le vibrazioni e la rumorosità, motivo di degrado delle cabine e di “disconfort” durante il viaggio. Infine, si potrebbe cosi proiettare l’impianto verso una manutenzione meno onerosa, riducendo al contempo i costi della prossima revisione generale. Ci sono, ad ogni modo, delle caratteristiche essenziali per le nuove cabine che verranno collocate, come la possibilità di ingresso per i diversamente abili ma anche un sistema di radio Vhf per le comunicazioni con le stazioni. All’atto della stipula del contratto Asm verserà alla ditta aggiudicataria il 33% dell’importo di fornitura, un ulteriore 33% entro luglio 2017 e il rimanente 34% entro luglio 2018. La fornitura, posa in opera e collaudo delle cabine dovrà avvenire entro il mese di Aprile del 2017. Si tratta di un servizio, quello su fune, che a Taormina fa registrare numeri davvero importanti e che è destinato evidentemente ad una vastissima utenza proveniente da ogni parte del mondo. Basti pensare, d’altronde, che dal 3 maggio scorso sino alle scorse ore, in cui la funivia ha chiuso per una breve pausa per lavori sino al 18 novembre (la riapertura è prevista per la mattinata del 19 novembre), si sono registrati in poco più di sei mesi oltre 687 mila passaggi di utenti nell’impianto che collega Taormina centro e la zona a mare di Mazzarò e Isolabella. Una statistica record che rende l’idea della enorme mole di lavoro che si verifica nell’impianto gestito da Asm, sottoposto a significativi interventi di ristrutturazione dopo i pesanti danni provocati dalla “bomba di fango” che nel settembre 2015 andò a colpire la stazione di Mazzarò, invadendo e danneggiando irreversibilmente i locali motori ed altri pezzi dell’impianto. Dopo mesi di intensi lavori la riapertura è poi avvenuta nella primavera di quest’anno.

© Riproduzione Riservata

Commenti