Taormina, Scuola
Taormina, Scuola "Vittorino da Feltre"

Dopo le positive novità sulla scuola media “Ugo Foscolo”, con il placet dato giovedì scorso al progetto dal Genio Civile, adesso potrebbero arrivare nelle prossime ore novità sulla ex elementare “Vittorino da Feltre”, chiusa dal 2004 per inagibilità. Si attende, in tal senso, ormai da tempo che venga espletata la gara d’appalto tramite Urega, sulla base del finanziamento da Un milione 800 mila euro che Palazzo dei Giurati ha ottenuto negli anni precedenti.

Missione palermitana. Per questo l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, sarà “in missione” martedì a Palermo, alla Regione, dove affronterà l’argomento presso gli uffici competenti. L’obiettivo è proprio quello di affrettare i tempi per andare a definire le procedure indispensabili per l’esecuzione delle opere di ristrutturazione, recupero e adeguamento sismico del plesso scolastico di via Cappuccini, chiuso dal Comune nell’autunno di 12 anni fa, quando venne riscontrata la presunta (e ancora adesso molto discussa) inagibilità dell’edificio in riferimento alla vigente normativa antisismica. Per adesso la certezza è che dovrebbero scattare in tempi brevi i lavori di sistemazione, intanto, della scuola media “Ugo Foscolo”, dove dal 2004 sono stati collocati gli studenti delle elementari. A tal proposito, come detto, il Genio Civile ha dato l’ok definitivo, con relativo visto, al progetto, e in questa settimana appena iniziata ci sarà un incontro operativo tra lo stesso Carella, la dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, Carla Santoro, e la ditta incaricata per stabilire in termini ufficiali il cronoprogramma con le date e gli orari in cui potranno scattare ed essere eseguiti i lavori.

La storia infinita. Poi dovrebbe essere, o almeno cosi si spera, il turno della “Vittorino da Feltre”, dove si spera che l’appalto per i lavori possa essere espletato nei primi mesi del nuovo anno. L’ex scuola elementare “Vittorino da Feltre” è stata oggetto qualche anno fa anche di una petizione con la quale i genitori e le tante famiglie degli studenti taorminesi hanno chiesto l’impegno del Comune per la ristrutturazione dell’edificio. Si tratta di un plesso al quale sono particolarmente legate intere generazioni di cittadini che in quelle aule sono cresciute e hanno poi passato il testimone ai loro figli e nipoti. Da sempre ha, per altro, scatenato aspre polemiche e diffuse perplessità il modo in cui venne chiuso un edificio che viene ritenuto da più parti solido e che pure in questi anni ha resistito alle intemperie del maltempo. E va detto che in questi anni, in effetti, un’ala della “Vittorino da Feltre”, è rimasta aperta, ovvero quella che accoglie l’asilo, l’unica che è stata ritenuta agibile.

© Riproduzione Riservata

Commenti