Ispettore Eugenio Longo
Ispettore Eugenio Longo

«Il problema delle divise per la Polizia municipale è legato soltanto al fatto che il Comune di Taormina si trova attualmente in esercizio provvisorio e non può assumere nell’immediato degli impegni di spesa». Lo ha reso noto ieri l’assessore al Bilancio, Salvo Cilona, nel corso di un incontro con l’ispettore Eugenio Longo, agente di Polizia municipale e rappresentante sindacale che ha chiesto chiarimenti anche a nome dei colleghi sulla scottante questione della divisa invernale reclamata in vista dei mesi freddi dell’anno. Gli agenti del Corpo di Polizia Municipale hanno sottoscritto, come si ricorderà, nei giorni scorsi un documento inviato al sindaco, all’assessore alla Viabilità e al dirigente della Pm tra le cui righe preannunciano che nei mesi invernali presteranno servizio “in abiti civili” a causa della mancata fornitura del vestiario invernale».

Faccia a faccia. Sulla vicenda ieri mattina si è svolto un incontro tra l’ispettore Longo e l’assessore Cilona. «Nel 2013 – spiega Cilona – abbiamo fornito ai vigili appositi giubbotti, ed altri indumenti. Siamo consapevoli delle difficoltà del momento così come anche i vigili sono perfettamente consapevoli che essendo in questa fase il Comune in esercizio provvisorio, e non essendo stato ancora approvato il bilancio, non possiamo andare ad impegnare delle somme. E’ un problema, quindi, di carattere procedurale e di vincoli ai quali siamo sottoposti dalle vigenti normative. Contiamo di approvare il bilancio entro la fine di novembre». «Sarà quindi nostro preciso impegno – ha aggiunto l’assessore – assicurare ai vigili al più presto le divise per presentarsi degnamente alla cittadinanza ed ai turisti. Mi sento di rassicurare nel modo più assoluto i nostri agenti di Polizia municipale, l’Amministrazione tiene in considerazione i loro problemi. Il primo sforzo è stato fatto dotandoli di nuove autovetture, faremo anche il resto».

I Vigili rimangono in attesa. «Noi rimaniamo in attesa di una svolta e ci auguriamo che alle parole seguano i fatti, che sinora non si sono visti – ha risposto l’ispettore Longo -. Chiediamo che le divise arrivino al più presto. Diamo un servizio importante alla città e facciamo dei sacrifici. Vogliamo soltanto quel che ci spetta». Gli agenti della Polizia municipale di Taormina hanno lamentato nella missiva inviata al sindaco che «da anni non ricevono in dotazione il vestiario invernale malgrado lo stesso sia stato ripetutamente richiesto negli anni, specificando anche che la somma da destinare all’acquisto del vestiario è stata inserita nei vari bilanci pluriennali e mai assegnata». Secondo i vigili taorminesi «il vestiario in dotazione risulta logoro e deteriorato e pertanto inutilizzabile», per questo si è deciso di recente che «dal momento in cui dovrà essere indossata l’uniforme invernale, per i motivi in oggetto e per non danneggiare ulteriormente sia l’immagine di una città a vocazione turistica internazionale sia l’immagine personale di appartenenti al Corpo di Polizia municipale, non potranno indossare l’uniforme invernale e sarà garantito il servizi in abiti civile, indossando la casacca d’istituto».

© Riproduzione Riservata

Commenti