Teatro Antico di Taormina - Foto di Franco Motta
Teatro Antico di Taormina - Foto di Franco Motta

Il concerto al Teatro Antico che accoglierà i Capi di Stato e di Governo al G7 di Taormina potrebbe avere per protagonista l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. E’ questa, infatti, l’ipotesi sulla quale sta lavorando Palazzo Chigi per l’organizzazione del grande appuntamento che andrà in scena nel pomeriggio del 26 maggio, nella prima giornata del summit delle superpotenze mondiali. La notizia della possibile esibizione al Teatro Antico di Taormina dell’Orchestra del Teatro alla Scala è stata già comunicata anche dal sindaco Eligio Giardina al presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Incantevole cornice. «C’è sempre un certo fascino nell’ammirare le bellezza della città che ospiterà il G7 – ha detto Renzi sabato scorso nella sua visita a Taormina – e al prossimo G7 accoglieremo i nostri ospiti al Teatro Antico. Li avremo qui in una cornice da lasciare senza parole che porterà Taormina e la Sicilia nel mondo. Speriamo che l’Etna in quella occasione sia totalmente visibile». Lo stesso Premier ha poi aggiunto che si sta discutendo in questa fase sul programma musicale: «stiamo discutendo perché in questo momento c’è ancora una sorta di derby tra chi dice che qui non si potrà non fare “Bellini” e chi dice che il “Mascagni” della Cavalleria Rusticana ha una sua logica».

Eccellenze italiane nel mondo. Aspettando il verdetto del duello tra “Bellini” e “Mascagni”, si va intanto verso l’investitura dell’Orchestra del Teatro alla Scala per il concerto del G7, con l’esibizione a Taormina di una delle eccellenze artistiche italiane nel mondo. La qualità difficilmente eguagliabile nel repertorio operistico di questa formazione nasce in primo luogo dal rapporto idiomatico con la lingua del melodramma e dal conseguente respiro naturale con le sonorità e la parola cantata; qualità conservata e tramandata nel tempo grazie al lavoro paziente e meticoloso di tutti i protagonisti di una compagine acclamata dal pubblico di tutto il pianeta.

© Riproduzione Riservata

Commenti