Autostrada A18, svincolo di Taormina
Autostrada A18, svincolo di Taormina

L’imminente appuntamento con il G7 sembra destinato ad accelerare i tempi nell’iter per la prevista messa in sicurezza delle gallerie Taormina , Giardini Naxos e S. Antonio lungo la tratta Messina-Catania. Si tratta di lavori per i quali il Governo ha assunto un impegno di spesa di 9 milioni 050 mila euro, con obiettivo la riqualificazione ed adeguamento degli impianti alla normativa vigente impianti di ventilazione, illuminazione , antincendio, telecontrollo e Sos. L’opera è stata inserita nel Patto per la Sicilia. Sulla problematica era stata predisposta a suo tempo apposita progettualità dal Consorzio Autostrade Siciliane.

Ammodernamento. Si tratta di un importante intervento che dovrebbe quindi portare ad un’ampia fase di ammodernamento delle gallerie che al momento sono evidentemente parse inadeguate all’occhio dei vari utenti che si trovano a transitare in autostrada. In particolar modo l’illuminazione attuale è carente e necessita di significative opere di miglioramento, per garantire la sicurezza alle persone che si trovano a percorrere la Messina-Catania. La galleria di Giardini, in anni recenti, era rimasta per lungo tempo al buio e vi furono non poche proteste da parte dell’utenza. Analoghe difficoltà, nel corso degli anni, si sono riscontrate a Taormina e negli altri punti di questa zona che dovrebbero adesso essere finalmente sottoposti ad un maquillage finalizzato anche ad ottimizzare altre problematiche. Nel piano di intervento in agenda ci si soffermerà anche sugli impianti di ventilazione, i sistemi antincendio, telecontrollo e Sos. Le opere, come detto, potrebbero essere accelerate ed effettuate in tempi più rapidi anche perchè c’è il G7 in programma nel 2017 a Taormina e tra gli interventi che verranno certamente realizzati in occasione del vertice delle super-potenze è prevista la sistemazione della tratta autostradale tra Taormina e Catania.

Il tratto interessato. Si ipotizza che il tutto si possa estendere pure alla tratta tra Taormina e Messina. In ogni caso l’autostrada Messina-Catania viene ritenuta una priorità nell’agenda degli interventi previsti per il G7 del 26 e 27 maggio 2017. «Sul rifacimento del manto stradale dell’Autostrada A18 Messina-Catania – ha spiegato il presidente del Consorzio Autostrada Siciliane, Rosario Faraci – abbiamo già presentato tutti gli atti al Ministero. Il progetto concerne l’intera tratta. Siamo fiduciosi che possa essere finanziato, anche tenendo conto del G7 del prossimo anno». Si tratta di un’opera che già rientra nel “Patto per il Sud” e sul quale, comunque, si sta lavorando ad un’accelerazione degli interventi. Se verrà finanziata l’intera tratta si potrebbero effettuare lavori il cui costo complessivo è stato stimato in 126 milioni di euro. «Abbiamo avuto dei colloqui con il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, in vista del G7 – sottolinea Faraci – e il sindaco ritiene anche lui fondamentale questa opera. Vogliamo anche evidenziare che, intanto, lungo la A18 sono già in atto da qualche settimana dei lavori di manutenzione alle uscite».

© Riproduzione Riservata

Commenti