Il sindaco Eligio Giardina ha indetto, con apposita nota, la convocazione per il 21 ottobre di una riunione per il “Patto d’Area” per il turismo, che potrebbe consentire l’allungamento cioè della stagionalità turistica nella zona ionica.

Tematiche. La riunione riguarderà, nello specifico, la costituzione del Patto d’Area comprensoriale, la Naspi, la salvaguardia dei livelli occupazionali e la destagionalizzazione dell’offerta turistica. Il vertice si svolgerà nella mattinata del 21 ottobre presso la sala consiliare del Comune di Taormina «al fine di avviare un dialogo sui punti in oggetto». Sono stati invitati a prendere parte all’appuntamento, insieme ai rappresentanti del Comune di Taormina, i sindaci di Giardini Naxos, Letojanni, Castelmola, Forza d’Agrò, S.Alessio Siculo, Confcommercio Messina, Confesercenti Messina, Associazione Imprenditori per Taormina, Associazione Albergatori di Taormina, Confindustria Alberghi, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil Tucs. Si punta a dare, quindi, un impulso al raggiungimento tra le parti di un’intesa, sinora sempre slittata, per l’attivazione di piattaforma che punta a dare un nuovo impulso alleprospettive occupazionali e allo sviluppo del territorio.

Obiettivi. La questione concerne sia le attività alberghiere che quelle del settore commercio in un vasto comprensorio, quello ionico, dove oltre 10 mila persone operano proprio nel comparto turistico, principale settore produttivo della zona. La necessità è quella di pervenire a una strategia condivisa nella programmazione del settore turistico, andando ad intensificare gli sforzi per il fine comune di un ampliamento del periodo turistico e lavorativo. Ed è in questa ottica che il Comune di Taormina ha promosso la riunione dei prossimi giorni per avviare la concertazione tra tutte le forze in campo, che a vario titolo operano sul territorio. «Il Patto d’Area – spiega l’assessore al Turismo, Salvo Cilona – coinvolge tutte le attività produttive della città, quindi nella programmazione futura ci attende la sfida importante di porre le basi per aumentare i livelli occupazionali. La vera scommessa è quella di poter allungare la stagione e fronteggiare le difficoltà che verranno determinate dalla Naspi. I numeri turistici di quest’anno ci incoraggiano e ci incitano ad andare avanti con determinazione verso il Patto d’Area tra le Amministrazioni e tutte le forze del territorio. Quest’anno Taormina supererà abbondantemente il milione di presenze turistiche ed è il miglior viatico possibile per prevedere e strutturare una piattaforma programmatica comune di lavoro».

© Riproduzione Riservata

Commenti