Taormina, Palazzo dei Giurati
Taormina, Palazzo dei Giurati

Varato dalla Giunta comunale il piano triennale delle Opere pubbliche 2016-18, unitamente all’elenco annuale 2016. Il piano complessivo prevede nell’arco del triennio la previsione di 146 opere di cui 17 sono state inserite nell’elenco annuale.

Il dettaglio delle opere. Si tratta per l’esattezza di: 38 interventi stradali, 9 opere marittime e fluviali, 5 opere con altre modalità di trasporto, 7 opere a difesa del suolo, un’opera di protezione dell’ambiente, 3 interventi per Risorse idriche, un intervento per la produzione e distribuzione di energia elettrica, 8 opere di edilizia sociale e scolastica, 30 opere di altra edilizia pubblica,11 interventi per sport e spettacoli, 3 opere per il culto, 13 opere di carattere igienico-sanitario, un’opera per pubblica sicurezza, ed 8 opere per altre infrastrutture pubbliche, nonché 6 attività di studi e progettazioni. In quello che molto spesso è poi indubbiamente divenuto un autentico “libro dei sogni” si parla della necessità di effettuare manutenzioni straordinarie e ordinarie sul territori, e di ristrutturare immobili di proprietà comunale. Si ravvisa anche, negli intendimenti dei vertici di Palazzo dei Giurati, «la necessità del completamento con allaccio alla rete consortile dell’intera rete fognante del Comune, ed in particolare il collettore di Mazzeo, Branco, via degli Ulivi, via Arancio e via Bellini. I progetti – si legge nell’atto – sono stati già approntati». Si riparla anche della ristrutturazione del Palazzo dei congressi (che comunque dovrebbe avvenire già in via immediata nell’ambito degli interventi per il G7 e comunque non con fondi comunali) e di un “progetto di finanza” che «in atto – secondo l’Amministrazione – risulta uno dei pochi strumenti che potrebbe consentire la realizzazione di alcune opere».

© Riproduzione Riservata

Commenti