Giardini Naxos, plesso scolastico di Pallio
Giardini Naxos, plesso scolastico di Pallio

Approvato lo stato finale dei lavori eseguiti per la messa a norma ed il consolidamento della scuola materna ed elementare di Pallio. Si tratta della certificazione dell’avvenuta ultimazione delle opere e della regolare esecuzione degli interventi che hanno caratterizzato lo svolgimento del cantiere. I lavori sono stati “regolarmente eseguiti” e pertanto il Comune ha ritenuto che possa essere liquidato l’importo dovuto all’impresa appaltatrice, pari a 34 mila 574,58 euro oltre Iva al 22%, 6 mila 606,41 euro per un totale di 42 mila 180,99 euro. Non sono emersi, insomma “atti o fatti impeditivi alla chiusura dei lavori”. L’iter ha avuto come Responsabile del procedimento, il geometra Corrado Ravidà, e come direttore dei lavori il geometra Croce Gino La Rocca.

Ritardi. A causa dei lavori da eseguire la scuola “Carlo Collodi”, come si ricorderà, è stata riaperta il 19 settembre scorso, mentre l’avvio delle lezioni negli altri plessi comunali era avvenuto cinque giorni prima, il 14 settembre. Nel dettaglio sono state rimosse le pignatte pericolanti, sono stati realizzati i nuovi controsoffitti con intelaiatura in acciaio e adesso si potrà effettuare l’impermeabilizzazione esterna. Quest’ultimo passaggio potrà avvenire anche con le lezioni in corso”. La struttura, che ospita cinque classi della Scuola Primaria e due sezioni della Scuola dell’Infanzia è stata sottoposta ad una serie di accurate verifiche, indagini strutturali ed accertamenti diagnostici a seguito della caduta di alcuni calcinacci dal soffitto avvenuti in due distinti episodi, rispettivamente nel febbraio del 2015 e nel giugno di quest’anno. Sono state poste in essere, in tal senso, analisi di diagnostica strutturale e le opportune prove di carico, che per fortuna non hanno fatto emergere particolari criticità in merito alla solidità dell’edificio. A quel punto sono stati portati a compimento i lavori con la sistemazione del tetto, dei solai ed i controsoffitti ed è stata anche affrontata la problematica del distaccamento degli intonaci, ricollegabile presumibilmente ad una questione di infiltrazioni dal tetto ed al ristagno dell’acqua piovana.

© Riproduzione Riservata

Commenti