Taormina, guardia di finanza immobili confiscati

L’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata ha assegnato un immobile sito a Taormina in via Vecchio Macello al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina. Si tratta di un immobile acquisito e quindi confiscato in via definitiva a seguito di sentenza emessa dalla Corte di Cassazione il 28 aprile 2010 nei confronti di Salvatore Leone, 77 anni, di Zafferana Etnea, e Rosa Leone, 73 anni, di S. Alfio.

L’iter burocratico. L’Agenzia nazionale aveva invitato nel dicembre 2013 i soggetti potenzialmente interessati a formulare una manifestazione d’interesse all’utilizzo dei cespiti in argomento e con nota del 10 aprile 2014 il Demanio – Direzione Regionale Sicilia ha rappresentato l’opportunità di destinare il bene ad alloggio di servizio del Comando Compagnia della Guardia di Finanza di Taormina. Successivamente con ulteriori note del 18 aprile 2014 e 30 aprile 2014, il Comando Generale della Guardia di Finanza ha manifestato interesse per l’acquisizione dell’immobile in argomento ubicato a Taormina per destinarlo ad alloggio proprio del personale in servizio nella sede della Gdf di Taormina. A tal riguardo l’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata ha dato il via libera «al fine di evitare che lo stesso immobile rimanga inutilizzato e che venga abusivamente occupato».

L’assegnazione alla Gdf. E’ stata così decretata l’assegnazione per finalità istituzionali alle Fiamme Gialle. La vigente normativa che regola l’utilizzo dei beni sequestrati alla criminalità organizzata prevede che i beni vengano mantenuti al patrimonio dello Stato «per finalità di giustizia, ordine pubblico, protezione civile e ove idonei anche per altri usi governativi o pubblici connessi allo svolgimento delle attività istituzionali di amministrazioni statali, agenzie fiscali, università statali, enti pubblici e istituzioni culturali di rilevante interesse». Il Comune di Taormina, intanto, nelle scorse settimane ha destinato con apposita ordinanza sindacale al Comando della Guardia di Finanza di Taormina anche uno stallo per la sosta in prossimità dell’immobile di via Vecchio Macello.

© Riproduzione Riservata

Commenti