Eligio Giardina Sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

«Il sindaco è rimasto da solo e senza più nessuno? Non mi risulta. Rassicuro il consigliere Benigni e anche altri consiglieri che non è così». Con queste parole il primo cittadino Eligio Giardina, replica alle bordate del capogruppo del Partito Democratico, Piero Benigni, che in aula consiliare, unitamente ai colleghi dell’opposizione, ha sferrato un duro attacco al sindaco nel corso della seduta terminata con i banchi della maggioranza desolatamente vuoti.

Squadra unita. «La maggioranza c’è, è coesa e compatta – risponde Giardina -. Non esiste un caso politico e non ritengo che sia il caso di esasperare i toni su quanto accaduto nella recente seduta di Consiglio comunale. Certamente, e su questo non vi è dubbio ed anzi lo preannuncio sin d’ora, richiamerò tutti i consiglieri comunali di maggioranza al necessario rispetto delle loro funzioni istituzionali. Non è accettabile che si registri una situazione come quella dell’altra sera in cui rimane in aula soltanto l’opposizione e pochi consiglieri di maggioranza». Giardina ritiene che «pur nella normale dialettica politica, ad ogni modo non è il momento per alzare i toni e alimentare delle polemiche mentre la città di Taormina, in vista dei prossimi mesi, si appresta a vivere alcuni appuntamenti istituzionali di assoluto rilievo.

© Riproduzione Riservata

Commenti