Il vice-capogruppo di
Il vice-capogruppo di "ProgettiAmo Taormina", il consigliere Nunzio Corvaia

Il consigliere di opposizione Nunzio Corvaia non fa sconti all’assessore Carella sul “flop” dei finanziamenti non intercettati dalla casa municipale taorminese e ad alimentare ulteriormente il dibattito è l’elenco dell’incredibile boom di fondi ottenuti dalla vicina Castelmola, che stride con l’asfittico quadro inerente invece l’assenza della Perla dello Ionio ai vari bandi.

Scuse e attacchi. «Se l’assessore Carella si è sentito offeso per le mie recenti parole su di lui, mi scuso – ha premesso Corvaia – e tengo a precisare che ha il rispetto mio e di tutto il gruppo come persone. Noi negli interventi in aula facciamo interventi politici e amministrativi e anche quando alziamo i toni non c’è nulla di personale». Poi un nuovo affondo di Corvaia verso l’assessore ai Lavori pubblici: «Ad ogni modo l’assessore è venuto in aula a elencare dei progetti ma ribadiamo la preoccupazione per dei finanziamenti che si stanno perdendo. Non siamo soddisfatti delle parole dell’assessore. Poi le risposte anche quando c’è da tappare una buca sono sempre le stesse: “Non ci sono soldi”. E non mancano i controsensi, anche ad esempio sul Palacongressi, dove l’Amministrazione comunale ha disposto una manutenzione mentre si dovrebbe sistemare, a quanto pare, con i fondi del G7. Noi viviamo di turismo, quindi arredo e viabilità sono cose altrettanto importanti e da attenzionare».

Nessun finanziamento per Taormina. «Una riflessione politica – ha aggiunto Corvaia – va fatta per forza di cose su quello che abbiamo perso e che stiamo continuando a perdere. Il 30 settembre 2015 c’è stato un bando per la riqualificazione urbana ed è scaduto il 30 settembre 2016. E’ già uscita la graduatoria dei Comuni che hanno avuto le opere finanziate e Taormina non ha partecipato al bando. Non si può pensare solo al G7, perché così non sistemeremo le scuole di Taormina centro e neppure di Trappitello. Il Comune di Castelmola (borgo turistico di mille abitanti) ha avuto 2 milioni di euro per il costone di Cuculunazzo e 2 milioni 200 mila euro per un altro consolidamento di una contrada, 260 mila euro per la bonifica di una discarica, 250 mila euro per la strada Pandolfo-Mendicino 1 milione 100 mila euro per le scuole. Il paradosso è che a Castelmola il sindaco è stato talmente bravo che ha ottenuto 1 milione 100 mila euro di finanziamenti nonostante non abbiano neppure iscritti. Devo fare i complimenti a Russo, bravissimo. E Castelmola ha anche intercettato un finanziamento inoltre da 1 milione 100 mila euro per l’ascensore che porta al Castello e da un altro bando anche 800 mila euro per la chiesa di San Giorgio. Noi non facciamo opposizione strumentale e questi numeri si possono verificare. Tutta la fascia ionica ha avuto finanziamenti, tranne Taormina che non ha partecipato ai bandi. L’assessore Carella elenca progetti che vogliamo capire chi ha fatto, visto che ci viene detto che l’Ufficio Tecnico non ha le professionalità per agire. Non c’è nulla di persone, quindi, nelle nostre critiche ma legittime perplessità e ben comprensibili preoccupazioni».

© Riproduzione Riservata

Commenti