Foto Panoramica della Baia di Taormina
Foto Panoramica della Baia di Taormina

Si stringono i tempi per avviare in termini operativi le novità disposte nell’ambito del Gal Taormina Peloritani, che a partire proprio dal cambio di denominazione con l’inserimento del nome Taormina e con la previsione di una sede nella Perla dello Ionio, darà un ruolo di maggiore centralità alla capitale del turismo siciliano. Giovedì mattina si è avuto un nuovo contatto tra il sindaco di Taormina Eligio Giardina e il presidente Pippo Lombardo, massimo responsabile del sodalizio che raggruppa 36 partner pubblici e 99 partner privati.

La centralità di Taormina. Si punta a una nuova stagione di finanziamenti e impiegare intanto al meglio le risorse disponibili. Proprio nella giornata odierna avrà luogo a Santa Teresa di Riva l’assemblea del partenariato. I prossimi appuntamenti potrebbero avere luogo poi a Taormina, dove la casa municipale ha iniziato le valutazioni per decidere la sede di rappresentanza da assegnare al Gal. «Lo scenario che si è delineato – spiega Lombardo – è quello che prevede, come ormai è noto, l’attivazione di una sede di rappresentanza a Taormina, il cambio di denominazione e un allargamento del Cda con una maggiore partecipazione in termini decisionali per le rappresentanze del territorio. Su questi passaggi ci stiamo già muovendo e anche nella giornata odierna (giovedì, ndr) ho avuto un colloquio con il sindaco di Taormina, Eligio Giardina. Il nostro obiettivo è quello di ottimizzare ulteriormente l’approccio alle risorse comunitarie».

Focus sul turismo. «Venerdì – continua Lombardo – avremo l’assemblea del partenariato per chiudere la fase di approvazione della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo. I fondi da investire sul territorio ammontano a 8 milioni e mezzo di euro di cui la parte più significativa è destinata al settore turismo, nell’ambito asse 3 del Po Fesr. Si tratta di somme destinate al sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche attraverso interventi qualificazione dell’offerta e innovazione-servizio». Il tutto riguarderà nello specifico il settore turistico artigianale tradizionale e tipici del territorio. Siamo fermamente che una maggiore coinvolgimento di Taormina, unitamente all’impegno di tutti, potrà dare un impulso molto importante per rendere ancora più efficace l’azione del Gal.

© Riproduzione Riservata

Commenti