Taormina, Torrente Sirina
Taormina, Torrente Sirina

Tornano le piogge e puntualmente si riaffaccia subito la minaccia dei torrenti che rischiano di diventare delle autentiche “bombe d’acqua” nel territorio tra Taormina e Giardini Naxos. Forte preoccupazione è stata espressa, in tal senso, in queste ore da Jenny Gullotta, ex presidente del Comitato “Amici delle Contrade” che si sofferma, in particolare, sulla situazione del torrente Sirina, sito proprio al confine tra le due principali località del polo turistico ionico.

Rimozione del canneto. «Partendo dal presupposto che in questa strada non transito soltanto io e che quindi tutti possiamo accorgerci di un pericolo incombente – spiega Gullotta – si può notare la presenza di un canneto che si trova nel torrente Sirina, sia sul versante Taormina che su quello di Giardini Naxos. Chiedo e auspico, pertanto, che il sindaco Nello Lo Turco e il sindaco Eligio Giardina, insieme agli assessori competenti ai consiglieri di maggioranza e minoranza ed i rispettivi presidenti del Consiglio vogliano provvedere immediatamente a rimuovere questo canneto. Bisogna fare in fretta, perché bastano pochi detriti per ostruire il letto del torrente e quindi per avere un’altra,l’ennesima alluvione di Giardini con tutti i danni annessi. Forse ho notato solo io questo pericolo, quindi è bene che chi non lo ha visto veda». «E c’è un altro canneto sul lato Mastrissa – aggiunge Gullotta -, che ha invaso il torrente.Se dovesse esondare su Mastrissa, questa zona rimarrebbe isolata con danni per tutti.Chiediamo anche al sindaco Orlando Russo di intervenire immediatamente, perchè la situazione potrebbe diventare gravissima».

Emergenza. Il canneto attualmente presente nel letto del “Sirina” rischia di fare da tappo al normale scorrimento del corso d’acqua, andando a favorire una piena in concomitanza con le piogge che sono già tornate ad imperversare su questi territorio. Già dallo scorso fine settimana si sono registrate con una certe frequenza delle forti precipitazioni e rovesci temporaleschi che rischiano concretamente di determinare scenari molto preoccupanti nell’area del torrente Sirina, che a più riprese è esondato negli anni passati e la cui furia, in quelle occasione, come si ricorderà riuscì persino a scaraventare nel mare di Giardini Naxos un fuoristrada e delle auto. Ecco perché si rende necessario, indispensabile, che i Comuni di Giardini e Taormina intervengano subito sia per rimuovere il canneto in oggetto sia per una più ampia azione di monitoraggio e ripulitura del letto del torrente.

© Riproduzione Riservata

Commenti