Cary Grant Carlo Ponti e Sophia Loren alla serata del David di Donatello al Teatro antico di Taormina
Cary Grant Carlo Ponti e Sophia Loren alla serata del David di Donatello al Teatro antico di Taormina

L’intramontabile e storico ex sindaco di Taormina, Eugenio Longo, sollecita il ritorno a Taormina del “David di Donatello” premio internazionale dedicato al cinema e riconoscimento che ha scritto un pezzo di storia della cittadina ionica. L’ex sindaco della Perla, oggi 90enne, ha voluto in tal senso ricordare la figura di Gian Luigi Rondi, il critico cinematografico di recente scomparso che aveva organizzato il premio a Taormina a partire dal 1958 e poi lo aveva trasferito, dopo oltre 30 anni, a Roma.

Ricordi di un passato glorioso. «Da sindaco di Taormina e poi da Presidente dell’Ente Provinciale al Turismo di Messina – spiega Longo – ho avuto l’onore di premiare insieme a Rondi i vincitori dei David di Donatello. Erano gli anni in cui i più importanti divi del cinema venivano a Taormina e si trovavano protagonisti in una passerella tra una folla festante, nello scenario del Teatro Antico davanti ad un mare azzurro ed al vulcano Etna, a volte, fumante. Sono ricordi indimenticabili. Sono stati anni di prestigio per i “David di Donatello” e per la città di Taormina. Grazie Gian Luigi. Invito – conclude, Longo – l’Amministrazione ad attivarsi sul fronte della serata del David, oggi produzione Sky, con un ritorno della serata di premiazione televisiva a Taormina». Longo lancia un segnale importante e significativo, affinché ci si possa attivare per riportare in Sicilia un premio che ha avuto grande rilievo negli anni d’oro di Taormina e può, a suo modo, far rivivere quel periodo che ha fatto sognare intere generazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti