Il Gal Peloritani si trasferisce a Taormina e si chiamerà “Gal Peloritani Taormina”. La notizia arriva a seguito di un vertice svoltosi lunedì scorso tra gli amministratori del Gruppo di Azione Locale che si è soffermato, in particolare, sulla “rivisitazione” del Consiglio Direttivo, del quale faranno parte cinque rappresentanti di parte pubblica e sei di parte privata. La parte pubblica rappresenterà tutti i territori del Gal. Presidente è stato, intanto, riconfermato Pippo Lombardo. Quindi la parte pubblica verrà rappresentata anche da Nicola Merlino, sindaco di Rometta, vicepresidente; a comporla inoltre Guido Signorino, assessore del Comune di Messina, Marcello Bartolotta, sindaco di Limina, Alessandro Costa, sindaco di Letojanni, ed Eligio Giardina, sindaco di Taormina. La parte privata ha scelto Pierpaolo Biondi, presidente dell’Associazione Albergatori Letojanni-Valle d’Agrò, Massimiliano Minutoli, Armando Carpo, Franco Gatto e Ivano Cantello.

Novità. La sede rimarrà a Santa Teresa di Riva sino a quando non sarà pronta quella di Taormina e in tal senso bisognerà adesso individuare quale sarà l’immobile da destinare a nuova sede operativa del Gal, che punta a consolidare la sua azione sul territorio e in questa ottica metterà la Perla dello Ionio al centro della sua iniziativa sia in termini geografici che strategici. Si tratta di un organismo che punta a determinare una ricaduta sul territorio di 8 milioni di euro di finanziamenti europei destinati allo sviluppo. A guidare il sodalizio, come detto, sarà ancora Pippo Lombardo, che in questi mesi ha lavorato per ricucire alcuni rapporti e per scongiurare, soprattutto, una spaccatura tra le componenti territoriali del Gal, prodigandosi per il raggiungimento di un equilibrio sostanziale e di rappresentanza tra i Comuni. Adesso per il Gal inizia una nuova fase e l’auspicio è che l’attività del gruppo di azione locale possa essere ancor più incisivo nelle dinamiche produttive del territorio.

© Riproduzione Riservata

Commenti