Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia
Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia

Posticipata a venerdì la visita a Taormina del Governatore Rosario Crocetta, che ha previsto una riunione a Palazzo dei Giurati sulla possibile realizzazione di un Expo Sicily in concomitanza con le giornate del G7 in programma il 26 e 27 maggio a Taormina. Slitta, quindi, di 24 ore la tappa taorminese che era stata inizialmente messa in agenda per giovedì pomeriggio e che è stata rinviata poche ore più in là, al pomeriggio di venerdì, per impegni istituzionali del governatore. Crocetta ha già ampiamente ribadito al sindaco di Taormina, Eligio Giardina, che è volontà sua e del governo regionale realizzare l’Expo Sicily e si tratta, insomma, di una progettualità che l’Esecutivo palermitano vuole mettere in campo nel periodo in cui Taormina ospiterà il vertice internazionale dei Capi di Governo delle sette superpotenze economiche.

Valutazioni logistiche. L’obiettivo sarebbe, in sostanza, quello di predisporre un appuntamento che riesca a valorizzare l’identità siciliana e che, di riflesso, possa anche riscattare il “flop” del padiglione siciliano in occasione di Expo 2015 a Milano. Da valutare, ovviamente, tutti i vari aspetti che in concreto dovrebbero caratterizzare l’eventuale realizzazione dell’evento. I tempi, infatti, sono stretti, ed in pochi mesi bisognerebbe concretizzare uno sforzo organizzativo non indifferente. Secondo le prime indiscrezioni si ipotizza lo svolgimento dell’evento fieristico in un’area adeguata, che potrebbe essere quella di Trappitello. Ma si valuta anche una soluzione alternativa, immaginando cioè che l’iniziativa possa svolgersi in diversi siti da allestire appositamente. I prossimi giorni diranno se l’Expo Sicily diventerà davvero realtà.

© Riproduzione Riservata

Commenti