Giacomo D'Arrigo, presidente di Agenzia Nazionale Giovani
Giacomo D'Arrigo, presidente di Agenzia Nazionale Giovani

I tagli che potrebbero presto interessare alcuni reparti dell’ospedale San Vincenzo di Taormina scatenano polemiche e proteste. Sulla vicenda interviene con toni duri il leader del movimento cittadino “Avanti Taormina”, Jonathan Sferra, che attacca in particolare il Partito Democratico e non fa mistero di non aver gradito le recenti dichiarazioni del presidente dell’Agenzia Nazionale Giovani, Giacomo D’Arrigo, che aveva annunciato una sua iniziativa sulla questione e di essersi rivolto al sottosegretario Vito De Filippo per avere chiarimenti sulla situazione del presidio di contrada Sirina.

Attacco frontale. «Assurdo!!! – commenta Sferra -. Il Partito Democratico continua a credere di poterci prenderci in giro con questo tipo di dichiarazioni. Se l’interessato avesse avuto davvero a cuore la problematica si sarebbe dovuto muovere prima. Non bastano gli slogan sulla stampa. Non mi faccio prendere in giro da certe dichiarazioni». «Mi sono stancato – continua Sferra – dei politici di professione che vivono per stare sulle stampa e non per tentare almeno di risolvere i problemi della gente. L’ospedale di Taormina va difeso con i fatti. Apparire oggi, invece, conta di più che fare. Capisco che oggi la comunicazione conta più di ogni altra cosa – conclude Sferra – ma le proposte ad esempio il Movimento 5 Stelle le fa davvero, non come altri e come anche la Lega che produce soltanto slogan. Non intendo fare nessun paragone, solo che ribadisco di non aver nessuna intenzione di farmi prendere in giro da certe dichiarazioni».

© Riproduzione Riservata

Commenti