Taormina, Villa Comunale
Taormina, Villa Comunale

I numeri attuali sono impietosi e dicono che sarà come scalare una montagna a mani nude ma Taormina prova ad avviare la rimonta nella classifica dei “Luoghi del Cuore”, iniziativa promossa dal Fai. Aspettando il momento del maquillage, la villa comunale di Taormina è infatti rimasta sin qui nelle retrovie dell’ottava edizione del censimento nazionale promosso dal “Fai” con il quale i cittadini italiani e stranieri possono segnalare i tesori italiani che amano e che vorrebbero vedere difesi, valorizzati e recuperati.

Verso una svolta. Sino a qualche giorno fa Taormina aveva ottenuto soli 171 voti ed era al 182esimo posto. In queste ore Taormina si trova esattamente al 144 esimo posto con 327 voti on line. Il primo monumento più amato e più votato, ovvero Capo Colonna a Crotone, ha già superato quota 11 mila voti. Una distanza che rende l’idea dell’impresa da compiere per riuscire almeno ad avvicinare i quartieri alti della graduatoria. L’iniziativa “Fai” punta a sensibilizzare cittadini ed istituzioni sul tema della tutela e della valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturalistico di cui l’Italia è ricca. In questo ambito rientra il giardino pubblico di Taormina, uno dei affascinanti bei giardini italiani, meta di tanti turisti, che nel 2013 fu valutato da un’apposita classifica nazionale il più bel parco d’Italia. Adesso un gruppo di taorminesi, tra i quali l’imprenditore Ernesto De Luna, vuole una svolta e ha avviato in città una raccolta di sottoscrizioni. L’obiettivo è quello di far rientrare il Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò tra i siti da attenzionare a livello nazionale in questa speciale graduatoria dalla quale potrebbero arrivare fondi per la sua riqualificazione. Numerose firme sono già state raccolte in questi giorni, verranno autenticate e poi inviate al Fai per farle inserire nel totale dei voti della classifica.

Necessario il recupero del parco. Si punta alla sensibilizzazione dei cittadini per condurre, progressivamente, il parco in una posizione tale da farlo ambire al finanziamento messo a disposizione da parte di un istituto di credito nazionale che ha aderito all’iniziativa. Il progetto chiede a tutti i cittadini di segnalare piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare. Si tratta dell’ottavo censimento de “I Luoghi del Cuore”. Ad oggi, da parecchi anni ormai, la villa comunale non è quella di un tempo e si presenta allo stato odierno delle cose “incerottata”, piena di transenne agli occhi di residenti e turisti, come un cantiere a cielo aperto, con ampie zone impedite al pubblico a causa dei crolli avvenuti l’autunno scorso. E non sono stati ancora trovati i fondi per attuare appropriati interventi di riqualificazione e di messa in sicurezza. Nel settembre dell’anno scorso sono crollati oltre 22 metri di muretti del belvedere, l’ala del parco che si affaccia sulla baia di Villagonia. Servirebbe anche un’opera di manutenzione, consolidamento e messa in sicurezza delle torrette, il cui rischio di crollo si fa sempre più incombente. Anche un gesto semplice come la sottoscrizione dei cittadini all’iniziativa del Fai potrebbe rivelarsi importante per ambire e soprattutto arrivare alle risorse che consentirebbero di trasformare luoghi dimenticati, inaccessibili e abbandonati all’incuria, in angoli finalmente e di nuovo all’altezza dei fasti del passato.

VOTA QUESTO LUOGO!

© Riproduzione Riservata

Commenti