Mario Ianniello, Claudio Patinella e Giuseppe Leotta
Mario Ianniello, Claudio Patinella e Giuseppe Leotta

A poco più di un mese dal suo inizio ufficiale, l’iniziativa denominata “Batticuore Giardinese” concepita e realizzata grazie all’impegno sul territorio di “Idee In Movimento” nella persona del suo presidente, Giuseppe Leotta, da Claudio Patinella e da Mario Ianniello, ha raggiunto l’ambizioso obiettivo di portare a Giardini un secondo apparecchio defibrillatore dotato delle stesse caratteristiche del primo esemplare già donato all’A.S.D. Giardini Naxos del compianto presidente Brunetto.

Cardio protezione. L’iniziativa mira a cardio-proteggere il Comune di Giardini Naxos tramite l’acquisto e la dislocazione sul territorio di apparecchi defibrillatori capaci di contrastare il fenomeno, improvviso ed imprevedibile, dell’arresto cardiaco, prima causa di decesso al mondo, oltre a prevedere cicli di formazione didattica per creare sempre più persone capaci di utilizzare tali apparecchiature e di prestare un primo soccorso. I promotori hanno sottolineato l’immensa generosità dei tantissimi donatori individuali che hanno aderito al progetto, l’impegno delle Associazioni degli albergatori di Giardini e Taormina nelle persone dei loro Presidenti, rispettivamente, di Giovanni Russotti e di Italo Mennella, tutti i reparti e i lavoratori dell’Hotel “Villa Diodoro” ubicato a Taormina, e più in generale la categoria dei commercianti di Giardini Naxos. Il secondo apparecchio, questa l’intenzione dei promotori, dovrebbe essere donato al Comune di Giardini con l’obiettivo di realizzare una postazione custodita e accessibile a tutti coloro che sappiano usare gli strumenti 24 ore su 24 nell’ottica della cardio-protezione del territorio.

«Siamo fiduciosi in una pronta risposta delle istituzioni a questa iniziativa che abbiamo ufficializzato protocollando un documento in tal senso nella giornata del 15 Settembre. Il contrasto di una delle cause maggiori di decesso al mondo come l’arresto cardiaco, come dimostrano alcuni tristi e recenti episodi accaduti nei territori limitrofi, deve essere una priorità assoluta per qualsiasi istituzione che abbia a cuore la salute dei membri della comunità» hanno evidenziato i promotori dell’iniziativa, aggiungendo che «ogni battito del cuore di un uomo, è un universo di possibilità».

© Riproduzione Riservata

Commenti