Una classe della Scuola Media Statale
Una classe della Scuola Media Statale "Luigi Capuana" di Giardini Naxos

Inaugurato anche a Giardini Naxos il nuovo anno scolastico dell’Istituto Comprensivo, all’appello adesso manca soltanto l’imminente “battesimo” della scuola elementare e materna di Pallio, dove le normale attività potranno scattare a partire da lunedì 19 settembre. È infatti in quella data tornerà disponibile il plesso dove il Comune di Giardini ha disposto dei lavori di consolidamento per superare i problemi di agibilità: i lavori sono prossimi al traguardo e dopo le polemiche si va verso l’ora della svolta alla scuola “Carlo Collodi”.

La soddisfazione della dirigente. «Mercoledì scorso abbiamo iniziato l’anno scolastico nei plessi comunali, ad eccezione di Pallio dove si potrà essere operativi da lunedì 19 settembre – ha spiegato la dirigente dell’Istituto Comprensivo di Giardini Naxos, Maria Concetta D’Amico – I lavori sono stati effettuati e sono stati effettuati bene, in modo ottimale. Nel dettaglio sono state rimosse le pignatte pericolanti, sono stati realizzati i nuovi controsoffitti con intelaiatura in acciaio e adesso si potrà effettuare l’impermeabilizzazione esterna. Quest’ultimo passaggio potrà avvenire anche con le lezioni in corso».

I controsoffitti con intelaiatura in acciaio
Plesso della Scuola di Pallio. I controsoffitti con intelaiatura in acciaio

I lavori. La struttura, che ospita le cinque classi della Scuola Primaria e due sezioni della Scuola dell’Infanzia è stata sottoposta ad una serie di verifiche ed indagini strutturali a seguito della caduta di alcuni calcinacci del soffitto avvenuti in due distinti episodi, rispettivamente nel febbraio del 2015 e nel giugno di quest’anno. La relazione depositata al Comune da parte dell’ingegnere incaricato di effettuare le analisi di diagnostica strutturale hanno dato esito positivo e le prove di carico non hanno fatto emergere particolari criticità in merito alla solidità dell’edificio: a quel punto si è dato avvio ai lavori che sono giunti proprio in queste ore a conclusione in maniera positiva. Il cantiere ha portato alla sistemazione del tetto, i solai e i controsoffitti e ci si è concentrati sul distaccamento degli intonaci, ricollegabile presumibilmente ad una questione di infiltrazioni dal tetto ed al ristagno dell’acqua piovana. Sulla base di apposite perizie, sono state poste in essere apposite procedure finalizzate a smantellare la terrazza e la ripavimentazione della stessa, con la sistemazione, appunto, dei solai. Per quanto concerne la parte ferrosa e cementizia del plesso sono state eseguite apposite analisi in laboratorio. Ora per la scuola “Collodi” è finalmente alle porte il momento della riapertura e dell’inizio delle lezioni di questo nuovo anno scolastico, analogamente alle attività didattiche già avviate negli altri plessi dal 14 settembre scorso.

© Riproduzione Riservata

Commenti