Giardini Naxos, Consorzio Rete Fognante
Giardini Naxos, Consorzio Rete Fognante

Pressing del Consorzio Rete Fognante sui Comuni facenti parte dell’ente per ottenere al più presto la “cristalizzazione” della situazione sulle quote non versate agli uffici di contrada Pietre Nere. E’ in atto, in tal senso, una ricognizione sule posizioni dei Comuni di Taormina, Giardini, Letojanni e Castelmola. A quanto emerge, e stando quindi alle risultanze del Consorzio, Taormina si è ormai messa in regola, Letojanni era già ok e Giardini si è impegnata a sistemare le proprie pendenze. Mentre, a detta dei vertici del Consorzio, a preoccupare sarebbe soprattutto il persistere della morosità del Comune di Castelmola. A mettere fretta al Consorzio è il debito che l’ente consortile ha con Enel.

Lo sfogo del presidente. «Parliamo di un debito di circa 800 mila euro – spiega il presidente Andrea Raneri – e al di là di qualsiasi rassicurazione si possa dare a Enel, quelle somme dovremo pagarle al più presto. Appare del tutto evidente che il consorzio non disponga di quella somma e ha necessità di avere quanto prima la relativa liquidità per onorare quanto dovuto ad Enel. Taormina si è allineata e ha pagato al Consorzio tutto il 2015 e anche per il 2016 ha quasi pagato per intero. In tal senso è stato fatto dagli uffici taorminesi un piano di rientro, tramite il cosiddetto “spalma debiti”, per 470 mila euro residui che verranno versati tra la fine del 2016, il 2017 ed il 2018. Letojanni è stata sempre in regola e con Giardini abbiamo ristabilito un buon rapporto con il sindaco Lo Turco e stiamo concordando i termini di versamento di residui per circa Un milione di euro. Castelmola invece – aggiunge Raneri -, allo stato attuale e ormai da tempo, deve corrispondere al Consorzio quote per un ammontare di circa 550 mila euro ma non abbiamo notizie sulla loro volontà o disponibilità a provvedere a questo pagamento. A quanto pare si tratterebbe, tra l’altro, di un debito che dovrà essere discusso in Consiglio comunale».

© Riproduzione Riservata

Commenti