Taormina, Strada allagata in via Crocefisso
Taormina, Strada allagata in via Crocefisso

Arrivano le prime piogge e si formano i primi laghetti lungo il tracciato della via Crocefisso, da poco restituita al transito dopo una lunga chiusura per lavori. A far notare che qualcosa non va e a chiedere spiegazioni al Comune di Taormina è l’attivista del Meetup Taormina a Cinque Stelle (candidato sindaco alle scorse elezioni amministrative 2013), Rosario Puglia. Il punto nel quale il tracciato si allaga è quello in prossimità di una frana verificatasi alcuni anni fa.

«La pendenza della curva – spiega Puglia – è giusta, il massetto sotto il guardrail è troppo alto e quindi si forma una “piscina” che rende pericolosa la strada specie per i mezzi a due ruote. Gli scarichi per far defluire l’acqua piovana sono posti più in alto di quanto dovrebbero. Assessore Carella, chiediamo i danni a chi ha realizzato questo tratto di strada o aspettiamo il primo incidente per risarcire chi si infortunerà?». Il rischio maggiore è che soprattutto chi viaggia su mezzi a due ruote finisca rovinosamente a terra con tutte le possibili conseguenze a caso. Sulla questione interviene anche l’architetto Piero Arrigo, tecnico taorminese che conferma la problematica nel tratto in oggetto: “La curva ha annullato un canalone torrentizio di compluvio. La direzione dei lavori lo sapeva: questo problema lo aveva segnalato due anni fa l’ex assessore Eugenio Raneri”. E adesso la prospettiva, che pare inevitabile, è quella della necessaria esecuzione di qualche nuovo intervento lungo la curva in questione. Servirà qualche lavoro che possa liberare la strada dagli accumuli d’acqua che appaiono impietosamente evidenti dalle immagini di queste prime piogge di fine estate e che non sembrano promettere nulla di buono in vista dei temporali che caratterizzano i mesi della bassa stagione

© Riproduzione Riservata

Commenti