Carabinieri
Foto di repertorio

I Carabinieri della Compagnia di Taormina dopo una notte di ininterrotto lavoro hanno tratto in arresto nelle scorse ore Nunzio Scarcella, 48 anni, già noto alle Forze dell’Ordine, sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Gravi le accuse formulate nei confronti dell’ uomo, che deve rispondere di sequestro di persona e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.

L’episodio. I fatti risalgono alla serata precedente quando l’uomo, secondo quanto reso noto dai Carabinieri, con atteggiamento minaccioso e alla presenza di testimoni, avrebbe costretto un minorenne del luogo, ad entrare nella sua autovettura e lo ha condotto presso la propria abitazione con il preciso intento di terrorizzare alcuni amici del giovane, accusati di aver rinvenuto un portafogli smarrito e di non voler restituire la somma di 700 euro contenuta al suo interno. Immediata è giunta la segnalazione al 112 che ha inviato a casa dell’arrestato la pattuglia della Radiomobile. Gli operanti hanno trovato a casa dello Scarcella il minorenne che era intimorito ma comunque privo di lesioni. Le parti in causa sono state condotte tutte presso la Stazione dei Carabinieri di Giardini Naxos che in piena notte appariva illuminata e piena di gente. Nelle ore successive i carabinieri della Stazione hanno condotto una serie di accertamenti, sentito tutti i testimoni e ricostruito l’intera vicenda. L’uomo, come detto già noto alle forze di polizia, è stato tratto in arresto ed ora si trova in carcere a Messina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che nei prossimi giorni deciderà della convalida e di eventuali misure da adottare.

© Riproduzione Riservata

Commenti