Italo Mennella, Presidente Associazione Albergatori di Taormina
Italo Mennella, Presidente Associazione Albergatori di Taormina

«Auspichiamo un’accelerazione nella definizione delle procedure per l’organizzazione del G7. Non siamo allarmati, anzi restiamo fiduciosi ma al contempo qualche preoccupazione c’è». Lo ha dichiarato il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che attende la seduta del Consiglio dei Ministri nel corso della quale il Governo dovrebbe varare il piano operativo in vista del vertice delle super potenze previsto nella Perla dello Ionio il 26 e 27 maggio 2017.

Timori e dubbi. Parole di apprensione per i ritardi verificatisi nello svolgimento della seduta di CdM, inizialmente in agenda il 24 agosto e poi rinviato anche a causa del sisma in Centro Italia, erano arrivate dal sindaco Eligio Giardina. Adesso a soffermarsi sulla situazione è il n.1 degli albergatori. «Comprendiamo certamente che i ritardi in atto siano presumibilmente riconducibili alla tragedia avvenuta nelle località del Centro Italia – dichiara Mennella – e d’altronde è ben visibile a tutti il dramma che ha colpito quella povera gente. Siamo vicini alle persone terremotate, siamo solidali col cuore e con i pensieri e con le iniziative che tutta la Città di Taormina sta già portando avanti. Adesso, comunque, per quanto concerne il G7 attendiamo e speriamo possa arrivare in fretta un segnale, anche una telefonata, che ci dia modo di proseguire a pieno ritmo quanto, per altro, è già in atto ed è stato da tempo avviato. Questo silenzio di fine agosto e di inizio settembre lo giustifichiamo, siamo un po’ preoccupati ma rimaniamo fiduciosi che tutto andrà per il meglio e che si potranno recuperare i recenti ritardi».

L’iter. Gli operatori economici sono già a lavoro per il piano delle ospitalità d’intesa col Ministero per gli Affari Esteri e con il Comune, e stanno portando avanti le attività di preparazione all’accoglienza e la dislocazione nelle strutture ricettive dei numerosi addetti ai lavori del G7. In questa ottica sono state anche istituite dagli albergatori due apposite linee telefoniche interne, attive h24, in stretta collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri. Senza dimenticare che, sin dal momento in cui Taormina è stata scelta dal Premier Renzi come sede del G7 e dopo i sopralluoghi della delegazione di Palazzo Chigi del 9 giugno scorso, sono già state avviate sul territorio le necessarie e complesse attività operative di preparazione al vertice in riferimento alle straordinarie misure di sicurezza da porre in essere in quei giorni. Ora si attende il Cdm per dare ulteriore slancio alla macchina organizzativa.

© Riproduzione Riservata

Commenti