La Sicilia sulle tracce della cultura. Non solo bellezze architettoniche e paesaggistiche, ma i nuovi flussi turisti passano anche da eventi letterari, manifestazioni culturali e rassegne cinematografiche. ll nuovo corso intrapreso dal Dipartimento regionale del Turismo, Sport e Spettacolo è stato illustrato in una intervista rilasciata a TaorminaToday dall’assessore Anthony Barbagallo. «Il prodotto turistico culturale, insieme a quello balneare, è al centro della nostra attenzione. L’assessorato sta puntando su alcune linee innovative, che nono solo soltanto quelle tradizionali dei parchi archeologici, dei grandi dipinti e delle grandi chiese. Vogliamo stimolare i turisti – sottolinea l’assessore Barbagallo – a concentrare la loro attenzione su grandi artisti, grandi storie e grandi veicoli di conoscenza come la letteratura e il cinema. Per questo sosteniamo iniziative culturali di spessore come il Festival internazionale del Libro di Taormina».

Ma la Cultura non è tutto e chi sceglie la Sicilia come meta delle proprie vacanze lo sa bene. Gli sforzi della Regione per rilanciare il turismo nell’isola si stanno concentrando anche sul filone enogastronomico. «Il 70,1% dei turisti viene in Sicilia spinto da motivazione enogastronomiche – spiega l’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, Anthony Barbagallo – Stiamo prevedendo un circuito d’eccellenza attorno ai comuni Unesco utilizzando l’enogastronomia per rafforzare il turismo culturale». Tante, quindi, le iniziative in programma per promuovere la nostra terra, il suo patrimonio culturale e suoi prodotti tipici.

© Riproduzione Riservata

Commenti