Sofia Tamà
Sofia Tamà

Finisce ad un passo dall’appuntamento con la storia il sogno della giardinese Sofia Tamà (Miss Equilibra, Sicilia Est), eliminata a Jesolo nell’ultima selezione valida per accedere alla finale di Miss Italia. All’atto conclusivo del concorso, in agenda il 10 settembre sempre a Jesolo al Pala Arrex, saranno invece Chiara Esposito, Clara Muscherà e Sara Barone a rappresentare la Sicilia.

Sogni infranti. Sono loro, infatti, le tre prescelte dalla giuria tecnica impegnata nella definizione delle 40 reginette che si contenderanno nei prossimi giorni l’ambitissimo titolo annuale di donna più bella d’Italia. Finisce comunque a testa alta la corsa di Sofia Tamà la ragazza di Giardini Naxos che ha sfiorato la clamorosa impresa di conquistare un posto per la finalissima di Miss Italia 2016. «E’ stata comunque un’esperienza fantastica», ha detto la giovane di 25 anni che aveva vinto il 17 agosto scorso finale regionale di Miss Italia a Letojanni. Sofia nell’occasione aveva anche sfidato con caparbietà e senza timore reverenziale le critiche di chi aveva palesato perplessità sulla sua affermazione in quella selezione e riteneva, invece, dovesse andare avanti qualche altra ragazza. Proprio nelle giornate successive alla vittoria ottenuta a Letojanni Sofia aveva ricevuto tanti complimenti ma al contempo era riuscita ad incassare con stile le frecciate giunte sui social da chi non era stato altrettanto tenero nei suoi confronti.

Il valore degli affetti. Sempre sostenuta da vicino dai genitori e dagli amici e conoscenti, la giovane di Giardini, con determinazione e voglia di centrare l’obiettivo, si è fatta strada ed ha accarezzato l’emozione di competere nella finale che vale la fascia di più bella del Bel Paese ma si è comunque dimostrata una delle protagoniste delle selezioni. «Lascio al destino il futuro che avrò» è il motto di Sofia Tamà: per lei finisce il sogno di Miss Italia 2016 ma inizia, ad ogni modo, un futuro che potrà riservare altre opportunità egualmente importanti e un futuro radioso, che potrebbe presto vederla in ulteriori ambiti di prestigio e magari nel mondo dell’alta moda.

Chi ce l’ha fatta. Approdano alla finalissima Chiara Esposito, 18 anni, di Giarre, frequenta l’ultimo anno del liceo artistico. Alta 1,78, ha un sogno nel cassetto: diventare attrice. Personalità interessante e tanti ammiratori. Prima di essere eletta Miss Sicilia a Noto, aveva conquistato la fascia di “Miss Cinema Sicilia Ovest” al Borgo Marinaro di Avola. Sara Barone, 20 anni, di Siracusa è stata eletta”Miss Alpitour Sicilia Est” all’interno dell’Arenella Resort di Siracusa. Diplomata al liceo scientifico, si è distinta soprattutto per il suo sguardo. Clara Muscherà, possiede pure la maturità scientifica e lavora come cameriera in un locale.

Ritorno in Sicilia. Le 18 bellezze siciliane che in extremis tornano a casa, dopo aver vissuto da protagoniste una bellissima esperienza, sono oltre a Sofia, Giulia Russello (Miss Sport Lotto Sicilia Est) e Caterina Taiello (Miss Equilibra Sicilia Ovest), inizialmente selezionate nella lista delle migliori 60, Ilenia Lo Meo (Miss Cinema Sicilia Est); Jessica Marano (Miss Cinema Sicilia Ovest); Marika Pandolfo (Miss Eleganza Joseph Ribkoff Sicilia Est); Fiorella Palminteri |(Miss Tricologica Sicilia Est), Roberta Leonardi (Miss Tricologica Sicilia Ovest), Marica Ribaudo (Miss Rocchetta Bellezza Sicilia Est), Carla Cancemi (Miss Rocchetta Bellezza Sicilia Ovest), Stefania Andrè (Miss Miluna Sicilia Est), Francesca Graci (Miss Miluna Sicilia Ovest), Giulia Russello (Miss Sport Lotto Sicilia Est), Marzia Bosco (Miss Sport Lotto Sicilia Ovest), Carola Truchlec (Miss Alpitour Sicilia Ovest), Caterina Taiello (Miss Equilibra Sicilia Ovest), Virginia Quadarella (Curvy di Miss Italia Keyrà Sicilia Ovest).

© Riproduzione Riservata

Commenti