Gaetano Carella, assessore ai Lavori pubblici
Gaetano Carella, assessore ai Lavori pubblici

«Le dichiarazioni di Scibilia sono strumentali e non corrispondono al vero. In quel modo si fa soltanto allarmismo e si dicono cose inesatte e lo sa bene anche lui». Così l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella replica alle parole del suo precedessore, ed attuale segretario dell’Udc, che nelle scorse ore ha attaccato la casa municipale su una serie di finanziamenti che sarebbero a rischio o che, peggio ancora, sarebbe stati persi.

La scuola Ugo Foscolo. «In riferimento ai finanziamenti per le scuole elementari e medie – afferma Carella – forse Scibilia non ha letto o seguito le mie precisazioni sullo stato dei rispettivi iter. Il progetto di recupero, messa a norma ed adeguamento sismico di edifici scolastici di proprietà comunale, scuola media Ugo Foscolo, finanziato per 446 mila euro, non è stato perso e lo ribadisco. Con decreto della Regione n.1182 del 24 marzo 2014 veniva preso atto del progetto esecutivo, approvato dal Comune di Taormina ed è stata prenotata la quota di somma dell’opera in oggetto per un importo di 160 mila euro. Il progetto ha ottenuto tutte le autorizzazioni di rito e nel marzo 2015 è andato a bando presso gli uffici dell’Urega di Messina. La ditta vincitrice dell’appalto è risultata la Ferrobeton Catania Srl. Con nota introitata al protocollo generale dell’ente, al n.11972 del 10 giugno 2016, a seguito della gara ed il ribasso sui lavori da eseguire, è stato trasmesso il nuovo d.d.s n. 2536 del 25 maggio 2016 di finanziamento, pari a 359 mila euro, di cui in quota parte 128 mila euro a carico della Regione, del Comune e dello Stato. A seguito del decreto di finanziamento del maggio 2016 – continua Carella – è stato richiesto al progettista delle strutture di produrre il progetto esecutivo ai sensi dell’articolo 18 della legge sismica n.64-74 che è stato trasmesso all’ufficio del Genio Civile per il necessario nulla osta in data 8 luglio 2016, per il nulla osta propedeutico a poter avviare i lavori. E’ in atto la procedura per individuare la figura del collaudatore statico con bando pubblico, e sono già stati nominati il Coordinatore della sicurezza ed il direttore dei lavori».

La situazione della Vittorino da Feltre. «Allo stesso modo sta andando avanti anche l’iter per la ex scuola elementare Vittorino da Feltre e sono stati consegnati all’Urega gli atti per la gara. Si tratta di predisporre quanto occorre per effettuare la ristrutturazione e manutenzione strordinaria, l’adeguamento alla vigente normativa sull’agibilita sismica, la sicurezza delle strutture e degli impianti, e l’eliminazione delle barriere architettoniche». Per questo intervento, la Giunta comunale ha impegnato in bilancio circa 300 mila euro come cofinanziamento per i lavori. La Regione ha previsto, a sua volta, l’assegnazione in favore del Comune di Un milione 500 mila euro, ed il resto lo dovrà impiegare proprio il Comune di Taormina come quota a sostegno per gli interventi in oggetto. «Dovrà essere l’Urega ad espletare la gara e riteniamo che il bando di gara possa essere indetto entro il prossimo mese di settembre», aggiunge l’assessore.

Contenzioso. «Su un’altra questione del finanziamento per l’illuminazione pubblica – afferma sempre Carella – abbiamo avviato un contenzioso con la Regione Siciliana, ritenendo non vi sia nessuna responsabilità del Comune di Taormina nella problematica sopraggiunta, ma al contrario da parte degli uffici regionali. Ad ogni modo, viste le preoccupazioni di Scibilia, siamo disponibili e pronti a rassicurarlo. Se vuole può anche venire in Comune, potremo dargli precisazioni e risposte su tutti i vari iter. Certamente non è con quelle dichiarazioni che si aiuta la città, semmai si crea soltanto allarmismo».

© Riproduzione Riservata

Commenti