Sicurezza polizia di stato

A nove mesi dal G7, la “macchina della sicurezza” a Taormina è già in campo ed è in piena attività. In occasione degli spettacoli di questa estate al Teatro Antico, ed in particolare dei concerti, sono stati attuati dalle Forze dell’Ordine dettagliati controlli per garantire la sicurezza della gente presente sul territorio.

Controlli a tappeto. Basti pensare che da metà luglio sino a qualche giorno fa a Taormina e dintorni (comprendendo cioè anche Giardini Naxos e Letojanni) si sono trovate quotidianamente circa 120 mila persone, un numero record che anche nella consuetudine del gran pienone estivo non si vedeva da queste parti ormai da diversi anni. I controlli sono stati voluti e disposti dal Questore di Messina, dott. Giuseppe Cucchiara, che, tenendo conto delle problematiche in atto nelle scenario internazionale, ha inteso alzare i livelli di sicurezza. L’operazione “Taormina sicura”, fatta scattare dalla Polizia di Stato, ha avuto risultati positivi ed ha rappresentato un ottimo banco di prova anche in vista del vertice delle super-potenze in agenda a Taormina nel 2017. Ad organizzare al meglio e coordinare da vicino le attività di presidio e monitoraggio poste in essere dalla Polizia è stato il vicequestore aggiunto del Commissariato di Taormina, il dott. Vincenzo Coccoli.

Forze in campo. Appositi controlli sono stati realizzati mediante l’impiego delle pattuglie del reparto prevenzione crimine della Polizia di Stato ed è stata, inoltre, disposta la presenza di un camper nel centro storico come segno visibile e rassicurante della presenza delle Forze dell’Ordine nel territorio. Per le operazioni di accesso al Teatro Antico sono stati impiegati dei metal detector e la “cerniera” dei controlli è scattata già in via Teatro Greco con accertamenti su borse e zainetti e quant’altro poteva insomma destare sospetti. Non si sono verificati disagi ed anzi i controlli sono stati molto apprezzati dall’utenza, che ha percepito nella circostanza un’opportunità di maggiore serenità e sicurezza. Sono state così coniugate senza difficoltà le esigenze di sicurezza con quelle di ordine pubblico, e nel caso specifico degli eventi al Teatro Antico i controlli hanno caratterizzato sia i momenti di afflusso al sito che il deflusso. Dopo i risultati positivi dei controlli effettuati in questa estate, ora l’attenzione è destinata a spostarsi inevitabilmente sulle manovre preparatorie al G7, per la cui organizzazione sono già in corso nella massima riservatezza delle attività finalizzate a predisporre al meglio tutte le più opportune misure di sicurezza nel territorio di Taormina e nelle vicine località dell’hinterland.

© Riproduzione Riservata

Commenti