Enzo Scibilia, ex assessore
Enzo Scibilia, ex assessore

«Le varie discussioni sul G7 stanno sviando l’attenzione dal fatto che l’Amministrazione sta perdendo, ed in alcuni casi ha già perso, una serie di finanziamenti fondamentali per la città». Il duro attacco arriva dal segretario comunale dell’Udc, Enzo Scibilia, ex assessore che fu defenestrato dalla Giunta Giardina nei primi mesi del 2014 quando ancora non era trascorso neppure un anno dalle elezioni.

Che fine hanno fatto i finanziamenti per le scuole?. «Da cittadino e da segretario politico Udc, e da ex assessore ai Lavori pubblici che aveva lavorato per portare una serie di fondi regionali in questa città – spiega Scibilia – esprimo tutta la mia protesta per quanto sta accadendo in Comune ma di cui praticamente non si parla perchè l’attenzione si è spostata tutta sul G7 del prossimo anno. Chiedo con prova e non a parole dimostrazione di come sia finita per i finanziamenti inerenti la messa a norma della scuola media Ugo Foscolo e lo stesso discorso vale per i fondi inerenti la ristrutturazione della ex scuola elementare Vittorino da Feltre. Chiedo inoltre all’Amministrazione una risposta su che fine abbia fatto l’iter per le 18 nuove aule, ad oggi mai realizzate, nella scuola di Santa Filomena, a Trappitello: in questo caso si trattava di un impegno assunto dalla proprietà del golf di contrada Vareggio nell’ambito dell’intesa per la convenzione sui lavori del green. Tale accordo prevedeva anche l’impegno da parte sempre della proprietà del golf per la realizzazione di una via di fuga adiacente i motori dell’acquedotto di Trappitello, con uno sbocco a senso unico per le scuole, inerente anche il passaggio pedonale dalla via Santa Filomena alla via Cannizzoli».

Delucidazioni. «Chiedo, ancora, all’Amministrazione di dare delucidazioni su ulteriori finanziamenti, come quello per l’impianto di illuminazione e per la caldaia per la piscina comunale, per i quali ci risulta la Regione abbia deciso di riprendersi quanto aveva in precedenza assegnato all’ente locale. Desideriamo, inoltre, sapere se corrisponde a vero che sia stato perso il finanziamento per la ex chiesa di San Giuseppe di Mazzeo e per l’ex club del Forestiero di Taormina, anche questi a suo tempo ottenuti dal Comune ma di cui non si ha più traccia. Stesso discorso vale per la segnaletica turistica, che anch’essa è rimasta incompiuta e dove il Comune aveva intercettato un apposito finanziamento. Che fine hanno fatto tutti questi iter?». «Da allora assessore – continua Scibilia – avevo lavorato a quei progetti e li avevo portati a compimento. Dico a chi amministra la città che se non sono all’altezza si facciano da parte e vadano a fare altro anziché gli amministratori. Taormina non può permettersi il lusso di perdere tutti questi finanziamenti. Senza dimenticare che l’Ufficio Tecnico è stato smantellato: e allora come si può andare avanti?».

© Riproduzione Riservata

Commenti