Antonino Ragusa in maglia Sassuolo nella stagione 2016-2017
Antonino Ragusa in maglia Sassuolo nella stagione 2016-2017

E’ arrivato venerdì scorso al Sassuolo, poi domenica sera la soddisfazione dell’ingresso in campo, eppure non inizia nel migliore dei modi l’avventura in maglia neroverde, in Serie A, per il taorminese Antonino Ragusa: la Lega Calcio ritiene, infatti, sia avvenuto in modo irregolare il trasferimento di Ragusa al club di Squinzi e per un ritardo nell’iter di inserimento nella rosa dei 25 ha deciso di cambiare il risultato della partita Sassuolo-Pescara, terminata sul campo 2-1 per la squadra di Di Francesco, assegnando la vittoria a tavolino 3-0 al Pescara.

Esordio amaro. L’anomalia riscontrata dal giudice sportivo riguarda proprio la posizione di Ragusa, che ha giocato la fase finale della gara subentrando al 64′ a Politano. Il tesseramento dell’esterno offensivo taorminese – preso il 26 agosto dal Cesena – sarebbe avvenuto dopo la consegna ufficiale dei 25 della rosa del Sassuolo alla Lega Calcio. Per inserire il nuovo acquisto, regolarmente tesserato, il club ha dovuto sostituire un giocatore precedentemente inserito. In questo caso, la norma da un anno prevede che il club invii alla Lega calcio una Pec con la notifica della sostituzione. Il Sassuolo sostiene di averla inviata, la Lega di non averla mai ricevuta. Il Pescara non ha presentato alcun reclamo, ma il Giudice sportivo, d’ufficio, intanto ha inflitto lo 0-3 al Sassuolo.

Vittoria a tavolino. Questo il comunicato ufficiale del Giudice sportivo: «Ragusa Antonino, tesserato in data 26 agosto 2016, il cui nominativo era stato inserito nella distinta di gara; considerato che l’inserimento di tale nominativo nell’elenco di 25 calciatori non era stato trasmesso alla Lega a mezzo PEC entro le ore 12.00 del giorno precedente la gara, come tassativamente previsto dalla vigente normativa federale (CU 83/A del 20 novembre 2014), e che tale omissione comporta la sanzione della perdita della gara (ibidem n.9) ai sensi dell’art. 17, comma 5, lett. a) CGS, P.Q.M. delibera di sanzionare la Soc. Sassuolo con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3». Adesso il Sassuolo valuta il caso e si prepara a presentare ricorso. Si è già attivato in tal senso il legale del club emiliano l’avv. Mattia Grassani, uno dei massimi esperti e più stimati professionisti della materia. Il club del patron Squinzi è fiducioso di poter ribaltare il verdetto della sconfitta a tavolino e punta a riottenere i tre punti conquistati sul campo.

Problemi burocratici. In classifica, ovviamente, a questo punto le capoliste del campionato di Serie A rimangono tre, Juventus, Sampdoria e Genoa, mentre risale a quota 4 punti il Pescara, dove per altro era esploso nella stagione 2013-14 proprio Ragusa, realizzando allora in B 9 gol in 40 partite. Il 26 agosto scorso Tonino Ragusa è stato ceduto al Sassuolo per 2,3 milioni di euro: evidentemente, però, il suo trasferimento ha comportato delle problematiche a livello burocratico. Questo era stato il comunicato del club neroverde relativo alla sua acquisizione: «L’Unione Sportiva Sassuolo Calcio comunica di aver completato le seguenti operazioni di mercato: Ragusa Antonino (1990, attaccante): acquisito a titolo definitivo dall’Ac Cesena». Nemmeno 48 ore l’emozione del debutto stagionale e dopo l’opportunità immediata di cominciare ad essere protagonista, parte, insomma, con un’amarezza l’annata del taorminese Ragusa. Il bomber siciliano avrà comunque tutto il tempo per rifarsi ampiamente e prendersi una rivincita contro i soliti cavilli beffardi della burocrazia italiana.

© Riproduzione Riservata

Commenti