Carmelo Maimone proprietario del Bombocrep di Giardini Naxos
Carmelo Maimone proprietario del Bombocrep di Giardini Naxos

Si chiamerà “Quelli della Notte“ l’associazione di locali notturni che un gruppo di commercianti del lungomare Tisandros ha deciso di fondare per ridare tono alle stagioni turistiche della propria città e alle serate di “night life”. Ad animare il progetto tanti buoni propositi ed una programmazione a breve, medio e lungo termine. L’associazione in questa fase iniziale è formata dai locali: Arcadia Pub, Heinekem Pub, La Locura, Sottosopra, Advanced Music Club, Bombocrep. Ma è auspicabile che altri locali si possano aggregare.

La movida notturna. Tra i promotori dell’iniziativa c’è Tino Scevola, titolare di uno dei locali associati il quale spiega le motivazioni e gli obiettivi posti alla base di questa associazione: «L’associazione nasce con l’intendo di riportare a Giardini Naxos, quello che da lungo tempo manca ovvero una pulita, sana, organizzata movida notturna. Questa idea è nata tra noi gestori che abbiamo creato l’associazione, motivati dalla nostra esperienza. Molti di noi hanno potuto verificare e godere di eventi organizzati dalle nostre parti oppure andando anche all’estero. Molti di noi hanno sperimentato momenti di sano relax in luoghi turistici dove si vivono, by night, momenti di divertimento e svago ben organizzati, sicuri e costruttivi. Abbiamo potuto constatare che oltre a Giardini Naxos esistono realtà notturne più sviluppate della nostra che si possono verificare dietro l’angolo. Santa Teresa è un esempio ed ancora, San Vito Lo Capo, Marzameni, Pozzallo. Sono realtà organizzate meglio di noi. Per invertire la rotta abbiamo voluto organizzare un associazione».

Obiettivi. «L’intento – ha aggiunto Scevola – è trovare una collaborazione con le istituzioni, le Forze dell’Ordine e soprattutto con la cittadinanza stessa, per trovare un rapporto comune tra noi commercianti, la nostra collettività e i turisti per organizzare serate di sano divertimento. A breve proporremo un programma per animare il lungomare e sarà il nostro trampolino di lancio un punto di partenza per vedere se possiamo cambiare qualcosa. Speriamo che strada facendo ci siano altre aggregazioni che possano condividere il nostro progetto».

© Riproduzione Riservata

Commenti