Neri Marcorè
Neri Marcorè

Fabrizio De André rivive al Teatro Antico di Taormina attraverso l’omaggio che Neri Marcorè ha personalmente allestito per il grande cantautore che con i suoi capolavori ha contribuito a scrivere la storia della canzone d’autore italiana. “Come una specie di sorriso” è il titolo dello spettacolo che giovedì 18 agosto alle ore 21.30 attende gli appassionati di Faber per l’unica tappa da Roma in giù. Un appuntamento imperdibile che permetterà ai nostalgici della canzone italiana di gustare il genio e l’animo sensibile dell’autore genovese, attraverso un repertorio che annovera i testi più amati da Neri Marcorè. L’attore marchigiano salirà sul palco con voce e chitarra e con questo spettacolo rilancia il suo talento in un campo diverso da quello in cui è solito muoversi. “Come una specie di sorriso”, verso famosissimo della ballata “Il pescatore”, si preannuncia tenero ma energico, come era d’altra parte lo stesso Fabrizio De André.

Una rievocazione studiata nei minimi dettagli per emozionare il pubblico presente. Unica data meridionale, ma soprattutto ultimo concerto dell’estate musicale dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Roberto Molinelli, e dal GnuQuartet, un quartetto dal singolare organico strumentale composto da Stefano Cabrera (arrangiamenti e violoncello), Roberto Izzo (violino), Francesca Rapetti (flauto traverso) e Raffaele Rebaudengo (viola). Un quartetto dallo stile sicuro e inconfondibile che ha caratterizzato i progetti di grandi artisti quali Subsonica, Afterhours, PFM, Gino Paoli, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Motel Connection e molti altri che hanno richiesto la loro collaborazione guadagnandosi l’attenzione e l’apprezzamento del pubblico e della critica fin dagli inizi della loro carriera. In “Come una specie di sorriso” il GnuQuartet accompagnerà dal vivo Neri Marcorè insieme a due voci femminili (Flavia Barbacetto e Angelica Dettori) che cureranno la parte dei cori.

Un concerto-omaggio che nasce dalla stima per De André. «Mi piacciono le sue musiche e i suoi testi, che offrono un punto di vista molto particolare. Era un uomo senza pregiudizi, sempre dalla parte dei più deboli o dei diversi, senza barriere mentali», ha dichiarato Neri Marcorè. Ed è per queste particolari qualità, per il suo procedere sempre “in direzione ostinata e contraria”, per quella capacità di descrivere le bruttezze del mondo senza smettere di sognare un mondo migliore, per il patrimonio culturale inestimabile che ci ha lasciato in eredità, che Fabrizio De André merita un modo privilegiato e sofisticato per ricordarlo, come quello offerto da Marcorè e Orchestra Sinfonica Siciliana, e una location d’eccezione, come il Teatro Antico di Taormina.

I biglietti dello spettacolo sono in vendita presso il Botteghino del Politeama Garibaldi di Palermo e il botteghino del Teatro Antico di Taormina (Platea numerata € 50,00 – Tribunetta € 40,00 – Gradinata numerata € 25,00 – Gradinata non numerata € 10,00), oppure online su www.vivaticket.com, su “biglietteria online” del sito web della Fondazione (www.orchestrasinfonicasiciliana.it) e sul Circuito Box Office Sicilia. Labisi Tour ha inoltre allestito una navetta per Taormina con partenza da Palermo alle 14.45 (Politeama Garibaldi) e alle ore 15,00 (Piazzale Giotto), arrivo a Taormina alle ore 18,00 e rientro dopo lo spettacolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti