Letojanni - La spiaggia dove è avvenuta l'aggressione al giovane di Acireale
La spiaggia di Letojanni dove è avvenuta l'aggressione al giovane di Acireale

La notte di Ferragosto ed il clima di festa sul litorale di Letojanni “macchiati” da un aggressione di gruppo ad un ragazzo che si trovava in spiaggia tra le centinaia di giovani riversatisi per l’occasione sul litorale del primo polo turistico siciliano. Ad avere la peggio è stato un giovane di 20 anni, originario di Acireale, contro il quale si sono scagliati una decina di ragazzi con un atteggiamento che tipicamente viene definito di “bullismo”. Sul posto sono accorsi i Carabinieri della Compagnia di Taormina, ed inoltre anche gli agenti del Commissariato di Polizia di Taormina, i vigili urbani di Letojanni e le ambulanze del 118 di Letojanni e Taormina, oltre che l’auto medica di Taormina, con un via via di sirene che hanno movimentato il lungomare da poco dopo la mezzanotte sino alle ore 03.00.

L’episodio. E’ ancora in corso l’esatta ricostruzione, da parte delle Forze dell’Ordine, dei fatti avvenuti la notte del 14 agosto scorso. A quanto pare, un gruppo di ragazzi proveniente da un’altra provincia avrebbe improvvisamente iniziato a provocare e infastidire alcuni coetanei che si trovavano anche loro nella spiaggia di Letojanni, in quei momenti strapiena di attendamenti e con il popolo della notte accorso in massa al rito del tuffo di ferragosto e della nottata da trascorrere in spiaggia tra canti, balli e musica. Dalle parole ai fatti, dal diverbio alle mani, stando ad una prima ricostruzione dell’episodio, si è accesa una rissa, con un ragazzo rimasto vittima di calci e pugni e che inevitabilmente ha avuto la peggio nella disputa di uno contro dieci. I primi soccorsi al 20enne sono stati portati dai medici della postazione 118 di Letojanni, rapidamente accorsi sul posto dell’aggressione ed al cospetto dei quali il ferito si trovava in condizioni di evidente e comprensibile spavento per quanto accadutogli. Poi il ricovero d’urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale di Taormina. Il ragazzo ha subito un trauma contusivo al volto e nell’area frontale ma, per fortuna, le sue condizioni non destano preoccupazione.

L’intervento dei militari dell’Arma. Sul posto dell’aggressione, intanto, nell’immediatezza del fatto sono arrivate tre gazzelle dei Carabinieri. Mentre il malcapitato veniva portato in ambulanza verso l’ospedale, i militari della Stazione di Letojanni hanno subito raccolto alcune testimonianze di altre persone che si trovavano in quei momenti in spiaggia. A quel punto, dopo aver acquisito alcune informazioni, i Carabinieri si sono portati in spiaggia e tra le tante tende allestite in zona ne hanno individuato alcune dove hanno effettuato delle approfondite verifiche, durate circa un’ora, nei confronti di alcuni ragazzi. I Carabinieri hanno fatto smontare le tende e hanno, infine, portato i ragazzi in Caserma per ulteriori accertamenti. C’è stretto riserbo adesso sugli sviluppi del caso. Il ragazzo aggredito, come detto, è stato refertato in ospedale e se l’è cavata con qualche giorno di prognosi a causa delle botte prese. Contrariamente ad alcune preoccupanti voci che si erano diffuse nell’hinterland di Letojanni e Taormina nella giornata di Ferragosto, il 20enne non è però grave e non è nemmeno in pericolo di vita. Rimarrà soltanto la paura per una notte che doveva essere di festa e che si è trasformata, invece, in un autentico incubo.

© Riproduzione Riservata

Commenti