Antonio D'Aveni, presidente del Consiglio comunale
Antonio D'Aveni, presidente del Consiglio comunale

«La riconferma del Comandante Agostino Pappalardo alla guida di Asm è la soluzione migliore. L’ho votato come liquidatore e lo rifarei». Così il presidente del Consiglio comunale, Antonio D’Aveni promuove l’operato del liquidatore dell’Azienda Servizi municipalizzati, finito al centro delle polemiche per la questione del “conflitto di interessi”. Il massimo responsabile del Civico consesso allontana la soluzione politica di una revoca dell’attuale commissario in favore di un altro traghettatore, e si schiera a difesa di Pappalardo.

Risultati positivi. «Cambiare liquidatore quando si è vicini alla fase conclusiva di quel percorso non serve a nessuno – afferma D’Aveni – e chi vuole le dimissioni o la revoca di Pappalardo lo fa sapendo benissimo che il Comandante Pappalardo ha ottenuto risultati positivi al vertice dell’azienda. La serietà indiscutibile di Pappalardo serve a bilanciare il presunto problema della incompatibilità. Pappalardo sta gestendo con estrema serietà e professionalità la situazione, operando nell’esclusivo interesse dell’azienda. Il resto sono teoremi che non voglio commentare. Non comprendo perché si debba intervenire contro di lui, laddove ha riportato invece in attivo i conti di Asm. Non mi sorprendono quei numeri dati da Pappalardo in aula consiliare – aggiunge D’Aveni -. Li conosco quei dati, certamente incoraggianti e meritevoli di apprezzamento. Semmai ci sarebbe da riflettere e non si comprende ancora adesso perché fossero cosi negativi i numeri in passato».

© Riproduzione Riservata

Commenti