Taormina, Ospedale Sirina
Taormina, Ospedale Sirina

Lotta con determinazione e con tutte le sue forze per la vita ma rimane in condizioni critiche Salvatore, lo sfortunato ragazzo di 16 anni di Gaggi che dalla tarda serata di martedì scorso si trova ricoverato presso l’Ospedale San Vincenzo di Taormina, dopo essere rimasto folgorato da una scarica elettrica di un faretto non foderato mentre giocava a Cavallaro nella piazza centrale della località alcantarina.

Comunità unita. Il giovane è in prognosi riservata e le sue condizioni tengono con il fiato sospeso l’intera comunità di Gaggi che in modo affettuoso e con sincera vicinanza si è stretta attorno a Salvatore e alla sua famiglia. Dopo qualche primo segnale di miglioramento, le condizioni in queste ore sono stabili. La speranza collettiva accompagna l’attesa per l’incerta evoluzione di questa delicata e complessa vicenda. I medici del presidio di contrada Sirina tengono sotto stretta osservazione Salvatore, che al momento si trova in coma farmacologico.

Speranze. Un segnale importante che incoraggia l’auspicio di una guarigione del ragazzo è che, fortunatamente, a quanto pare la scarica elettrica ed il tremendo episodio di quel maledetto martedì sera non avrebbero provocato significativi danni agli organi, rimasti integri. Ma, come detto, la prognosi riservata. I familiari di Salvatore gli sono accanto con grande amore e così anche tanti amici e conoscenti che qualche giorno fa hanno anche tenuto una fiaccolata per le strade di Gaggi, alla quale ha partecipato tanta gente. Le condizioni sono ancora stabili ma Salvatore sta lottando con tenacia per superare queste ore difficili e per riprendersi la sua giovinezza e il diritto a una vita intera che lo attende.

© Riproduzione Riservata

Commenti