Annunziata Fresolone e Cinzia Spacca
Annunziata Fresolone e Cinzia Spacca

Concluso il periodo di servizio a Taormina delle due vigilesse di Torino che per 21 giorni sono state operative nella città del Centauro per dare supporto ai pochi agenti (per esattezza 10) in forza attualmente al Corpo di Polizia municipale diretto dal Comandante Agostino Pappalardo. «Andiamo via al termine di una breve ma intensa esperienza che certamente ci ha arricchito umanamente e professionalmente», hanno detto Annunziata Fresolone e Cinzia Spacca.

Arricchimento. «Vogliamo ringraziare i taorminesi e la cittadinanza che ci hanno accolto in modo cordiale e gentile, da parte nostra possiamo soltanto dire che abbiamo cercato di fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile e con la dovuta attenzione professionalità che merita questa bellissima cittadina». E il bilancio di questa parentesi viene ritenuto dai più positivo, soprattutto per l’inflessibilità e l’autorevolezza mostrata dalle vigilesse in diverse situazioni caotiche di questo periodo. In termini positivi si è soprattutto espresso nei loro riguardi l’assessore alla Viabilità, Salvo Cilona. Numerose sono state le contravvenzioni elevate per violazioni al Codice della Strada, ed in qualche occasione si è assistito da un lato alle dure proteste degli indisciplinati alle quali le agenti hanno risposto per le rime (“faccia ricorso al Prefetto”) e dall’altro lato si è registrato il gradimento di qualche taorminese che transitando per le strade ha persino esclamato ad alta voce «dieci ce ne vorrebbero come queste vigilesse».

Ampliamento pianta organica. Adesso arriveranno gli altri cinque agenti sempre in prestito dal Corpo di Polizia municipale di Torino per il periodo di agosto: uno già in queste ore e gli altri quattro nei prossimi giorni. Non sarebbe da escludere, a quanto pare, che l’iniziativa possa ripetersi e che anche per il mese di settembre possa essere fatta richiesta di ulteriori due agenti. Altrettanto chiaro e’, ad ogni modo, che “una rondine non fa primavera” e in un luogo come Taormina non possono più bastare, in prospettiva, le ricorrenti soluzioni tampone. Taormina ha bisogno una volta per tutte di un ampliamento della pianta organica dei vigili non per brevi periodi ma in pianta stabile. I dieci vigili che fanno servizio a Taormina svolgono ogni giorno numerosi compiti, con impegno e dedizione, non sono più nemmeno giovanissimi e necessitano di essere coadiuvati in maniera costante e continuativa. Serve una soluzione risolutiva che vada al di là delle ataviche ristrettezze del bilancio ed è uno sforzo che va fatto in fretta.

© Riproduzione Riservata

Commenti