Carla Santoro, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo 1 Taormina
Carla Santoro, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo 1 Taormina

«I lavori alla “Ugo Foscolo”? Noi non abbiamo nessuna notizia e temo fortemente che quelle somme non ci siano più e che il finanziamento sia stato perso. Gli interventi andavano fatti adesso, prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, ma il Comune non ci fa ha fatto sapere più niente». Lo ha dichiarato la dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, la prof.ssa Carla Santoro, che si dice “rammaricata e fortemente preoccupata” sugli sviluppi della situazione per il futuro del plesso di via Cappuccini, dove da tempo sono state messe in agenda dal Comune delle opere di recupero edilizio, messa a norma e adeguamento sismico della scuola media “Ugo Foscolo”.

Il finanziamento. Le opere sono state, a suo tempo, finanziate dalla Regione con 446 mila euro, il 21 aprile scorso si era dimesso il professionista individuato per la Direzione Lavori, Misure e Contabilità dei lavori ed il Comune ha poi conferito il nuovo incarico: a quel punto ci si attendeva che il cantiere venisse finalmente avviato, ma alle porte del nuovo anno scolastico, che inizierà tra poco più di un mese, di quei lavori non c’è più traccia. Non sono mai partiti e il timore è che non vengano più avviati. «I lavori in questione – spiega la dirigente Santoro – dovevano essere realizzati ora, si tratta di opere strutturali e di adeguamento sismico. Bisognava togliere i pannelli di cartongesso e fare delle cose che evidentemente non possono essere fatte durante le lezioni. Per questo penso e temo che quel finanziamento non ci sia più. Quel che più di tutto mi rammarica è che la dirigente della scuola non viene informata sullo stato delle cose ed è evidente che non dovrebbero andare così le cose. Era venuta a scuola la ditta incaricata, il direttore dei lavori, il responsabile per la sicurezza, sembrava insomma tutto pronto per l’avvio dei lavori, ma tutto si è fermato lì».

In vista del G7. «A meno che, quei lavori non vogliano farli poi in inverno ma in tale eventualità dovrebbe essere attivata una sede provvisoria dove trasferire i ragazzi per le lezioni, e non mi risulta che, ad oggi, sia stata individuata questa alternativa o che si stia andando in quella direzione. Che dire? C’è molta amarezza, davvero tanta». Poi la frecciata conclusiva della dirigente: «Sono preoccupata e lo sono ancor più quando leggo che, in vista del G7, viene chiesto al Ministro Alfano un supporto tecnico sulle procedure da porre in essere per le opere da realizzare». E analoga preoccupazione riguarda altri lavori, analogamente molto attesi in città: quelli per la prevista ristrutturazione della ex scuola elementare “Vittorino da Feltre”, al cui riguardo è stato predisposto il bando di gara e la Giunta ha impegnato in bilancio circa 300 mila euro come cofinanziamento per i lavori. La Regione ha previsto l’assegnazione in favore del Comune di Taormina di un milione 500 mila euro, ed il resto lo dovrà impiegare il Comune di Taormina come quota a sostegno per gli interventi in oggetto. Anche qui la richiesta che viene fatta alla casa municipale è quella di stringere i tempi per concretizzare questa opportunità.

© Riproduzione Riservata

Commenti