Taormina. Caso acqua,

«Non c’è più alcun dubbio! Quantomeno sul fronte dell’approvvigionamento e della distribuzione idrica questa Giunta… fa acqua». L’attacco all’indirizzo dei vertici di Palazzo dei Giurati, sul caso della crisi idrica a Taormina, arriva nuovamente dal gruppo “ProgettiAmo Taormina”. «Prima si sono annunciate disfunzioni per il solo fine settimana – si legge in una nota del gruppo politico di opposizione -, poi sino allo scorso mercoledì… Siamo ad agosto, nel mese più caldo turisticamente dell’anno, e la situazione non sembra per nulla risolta come preannunciato, e a più riprese, dal sindaco Giardina. Per altro adducendo a motivazione della mancanza d’acqua nei rubinetti, il forte afflusso turistico di queste settimane. Anche l’Associazione albergatori questa volta ha picchiato i pugni. In questi giorni, ha sottolineato il presidente Mennella, i turisti non sono né più né nemmeno che negli anni scorsi. Si risolva il problema una volta per tutte, ha concluso».

Incapacità amministrativa. «Quando il vertice di un’Amministrazione comunale come quella di Taormina – continua la nota – si scontra con gli operatori del principale settore economico, il turismo, significa che qualcosa che non va nelle capacità della giunta certamente ci deve essere! Qui la destra e la sinistra, le ideologie, le rivendicazioni e le ripicche squisitamente politiche non c’entrano nulla. Qui c’entra la capacità d’amministrare. E allora ci chiediamo con quale animo e quale consapevolezza questa cittadina s’appresta ad organizzare il vertice internazionale della prossima primavera, il G7? Quali e quanti timori dinanzi ad una Giunta incapace, duole dirlo ma così è, di far scorrere sufficiente acqua nei rubinetti di Taormina. Ed incapace, il che non è meno grave, di spiegare ai cittadini le ragioni di queste disfunzioni. Di spiegarle con chiarezza, ammettendo i propri errori di valutazione. Questa – conclude “ProgettiAmo Taormina” – si chiama onestà intellettuale. E anche di questa, oltre che di acqua, a Taormina oggi c’è necessità».

© Riproduzione Riservata

Commenti