Associazione
Associazione "Danza Taormina" - Foto di Ernesto De Luna

Successo di pubblico, e non solo tanti taorminese ma anche numerosi turisti, per la prima serata di “Danza al Parco”, svoltasi venerdì alla villa comunale di Taormina con le suggestive coreografie di Alessandra Scalambrino. L’iniziativa – che si riproporrà stasera (sabato 30 luglio) dalle ore 19 alle 19.45 – intende contribuire alla diffusione dell’arte della danza con iniziative che coinvolgono direttamente i cittadini e gli ospiti di Taormina. Il tutto, puntando sull’importanza storica e sociale del giardino pubblico di Taormina, da tempo sprofondato nel degrado e nel dissesto strutturale.

Intrattenimento performativo. «Le nuove forme della danza contemporanea di ricerca – spiega la coreografa dell’Associazione “Danza Taormina”, escono dai teatri per andare “a piede libero”, per incontrare il pubblico: nel farlo entrano in una relazione nuova, non solo con gli spettatori, ma anche con lo spazio circostante: architetture urbane che all’improvviso divengono invece protagoniste di un tempo altro, di comunicazione e di condivisione. La danza si sposterà in un luogo che tra tutti rappresenta l’identità multiculturale della nostra città; la Villa Comunale, che è un contenitore naturale di bellezza oltre che di storia. L’obiettivo di questo progetto artistico è quello di offrire un programma fatto di danza fruibile da tutti e che veda un dislocamento dei luoghi convenzionali dell’arte coreutica a nuovi spazi performativi. I danzatori donano la loro arte danzante attraverso coreografie in tema con il luogo ospitante. Nell’atmosfera incantata del Giardino comunale, abbiamo inteso creare momenti di intrattenimento performativo. Le arti si incontrano e accolgono il pubblico. Il presente incontra il passato, e semina per il futuro. Un appello e un grido di aiuto per salvare dalla rovina il nostro parco».

© Riproduzione Riservata

Commenti