In foto da sinistra: Salvo CIlona, Antonio D'aveni, Gaetano Sirna, Baldo Gucciardi, Eligio Giardina, Beppe Picciolo, Gaetano Carella
In foto da sinistra: Salvo CIlona, Antonio D'aveni, Gaetano Sirna, Baldo Gucciardi, Eligio Giardina, Beppe Picciolo, Gaetano Carella

Dieci mesi e ancora tanto da fare per preparare la città all’appuntamento con il G7. In una riunione a Palazzo dei Giurati,a cui ha preso parte anche l’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, si è messa a punto la macchina organizzativa della sanità in vista del prossimo G7, che il 26 e 27 maggio 2017 porterà a Taormina i rappresentanti delle più grandi economie mondiali.

Efficientamento dell’ospedale San Vincenzo. Messa in sicurezza globale del presidio di contrada Sirina, efficientamento del pronto soccorso, potenziamento dei reparti di primo intervento e allertamento degli ospedali di Messina e Catania in caso di calamità. Di questi temi hanno discusso nelle scorse ore a Taormina, sede del prossimo summit mondiale, l’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, il direttore generale dell’Asp5, Gaetano Sirna, il deputato regionale e componente della Commissione sanità, Beppe Picciolo, insieme al sindaco di Taormina, Eligio Giardina, gli assessori e il presidente del Consiglio comunale. Per i prossimi mesi gli occhi del mondo saranno puntati su Taormina e sul suo ospedale. L’obiettivo è, dunque, migliorare gli standard del pronto soccorso e dei reparti dell’ospedale San Vincenzo e i collegamenti con le altre strutture sanitarie del territorio.

Elipista tra le opere finanziabili. E non poteva mancare il riferimento all’elipista. Il comune di Taormina ha ribadito la disponibilità ad inserire il progetto tra le opere prioritarie che verranno finanziate dal Consiglio dei ministri. Il prossimo 24 agosto il Governo Renzi esiterà un decreto attuativo con le varie misure contenenti l’organizzazione del G7 a Taormina, gli aspetti logistici ed anche le relative previsioni di spesa per questo importante appuntamento.

Cardiochirurgia pediatrica. Infine, alla domanda del presidente del Consiglio comunale, Antonio D’Aveni, sul centro di cardiochirurgia pediatrica, l’assessore alla salute Gucciardi ha risposto: «Il Bambin Gesù è a Taormina». Il riferimento è ovviamente al decreto di proroga per un anno che lascia attivo il reparto al San Vincenzo fino al prossimo 13 giugno. Pensare al presente, ma con uno sguardo al futuro per evitare lo smantellamento della cardiochirurgia pediatrica di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti