Eligio Giardina, Sindaco di Taormina
Il sindaco di Taormina Eligio Giardina

Arrivano aggiornamenti sull’emergenza acqua che sta interessando in queste ore la città di Taormina, dove i rubinetti sono praticamente a secco dal week-end e si prevedono disagi sino almeno a mercoledì. «Da una ricognizione fatta con i tecnici comunico che oggi e domani il fabbisogno sarà sufficiente – ha reso noto stamattina il sindaco Eligio Giardina -. Mercoledì aumenterà poi la captazione nei pozzi di Trappitello. Abbiamo chiesto all’Amam di poter avere ulteriori 8 litri di acqua al secondo per la Città di Taormina e attendiamo una risposta ed il relativo ok definitivo entro qualche ora. Stiamo cercando di porre rimedio ad una situazione che evidentemente non si verificava a Taormina da parecchio tempo. Al momento l’aggiornamento comunque importante che posso dare è che potrà stare più tranquilli oggi e domani. Il Comune sta facendo tutto il possibile per superare l’emergenza».

Contestazioni. A Taormina, intanto, la vicenda ha scatenato non pochi malumori. “Iperconsumo da stress turistico” è la motivazione che è stata data da Palazzo dei Giurati su questa emergenza che si sarebbe verificata a seguito delle numerose presenze turistiche in città e del conseguente aumento dei consumi del prezioso liquido. E a far discutere parecchio nella Perla dello Ionio è proprio il fatto che Taormina vive da sempre di turismo, perciò si ritiene da più parti fosse opportuno programmare per tempo qualche intervento di potenziamento e/o ammodernamento degli impianti esistenti.

I pozzi. Il problema sta interessando tutto il territorio comunale A Trappitello, come si sa, vi sono due pozzi, uno è quello del 1985 e l’altro realizzato quattro anni fa, e si era prospettata la chiusura del vecchio pozzo ma pare che un solo pozzo non sia in grado di garantire l’erogazione adeguata di acqua. Analoghi disagi stanno riguardando Taormina centro e la zona a mare, da Mazzeo, a Spisone, Mazzarò, Isola Bella e Villagonia. E lo stesso vale per le contrade, come la zona di Mastrissa, che già nei giorni scorsi aveva patito l’assenza di acqua. Ora l’aspettativa è che la situazione torni in fretta alla piena normalità e che, soprattutto, ad agosto poi non si ripeta un’altra emergenza del genere.

© Riproduzione Riservata

Commenti