Italo Mennella, presidente Associazione albergatori di Taormina e vicepresidente Federalberghi Sicilia
Italo Mennella, presidente Associazione albergatori di Taormina e vicepresidente Federalberghi Sicilia

«Fare scelte condivise, immediate e ben ponderate sul G7». Il monito arriva dal presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che sollecita un cambio di passo da parte dei vertici di Palazzo dei Giurati nella predisposizione delle operazioni finalizzate all’organizzazione della riunione dei potenti del pianeta, in agenda il 26 e 27 maggio del prossimo anno nella città del Centauro.

“No” alle diatribe politiche. «Sarebbe innanzitutto il caso di evitare pastoie e diatribe “politiche” – ha spiegato Mennella – poiché si tratta di situazioni che non hanno mai risolto un solo problema. Nel caso specifico di questo evento, farebbero solo danni irreparabili. Il solo interesse nell’ottica del quale bisogna lavorare, adoperarsi e muoversi subito deve essere il futuro della città e dei cittadini tutti, senza alcuna distinzione». Novità sull’appuntamento con i sette grandi della Terra potrebbero arrivare nel fine settimana quando il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sarà a Giardini Naxos per un convegno e nella mattinata di domenica dovrebbe incontrare il sindaco di Taormina, Eligio Giardina. L’occasione servirà per fare il punto della situazione. La necessità adesso è quella di stringere i tempi per definire i progetti e gli obiettivi da realizzare in vista del summit internazionale. Il calendario scorre sempre più veloce e i dieci mesi che separano Taormina dal G7 non sono una infinità di tempo a disposizione.

© Riproduzione Riservata

Commenti