Rifiuti tagli Taormina conferire in discarica solo 42 tonenellate

Rientra l’emergenza a Giardini Naxos e a Letojanni, e la scure dei tagli si abbatte stavolta su Taormina per il conferimento dei rifiuti in discarica. Come aveva preannunciato nella mattinata di martedì scorso, il presidente della Regione, Rosario Crocetta ha riportato ai livelli precedenti il quantitativo di spazzatura conferibile per Naxos (che risale a 18,6 tonnellate a 45) e Letojanni (che incremento da 6 a 15 tonnellate), mentre stavolta la nuova circolare posta in vigore dal 21 luglio ritocca sensibilmente verso il basso l’autorizzazione inerente Taormina. La Perla dello Ionio scende da 68,2 tonnellate a 42. A completare il quadro i numeri confermati per Gallodoro (0,4) e Mongiuffi Melia e una leggera modifica per Castelmola (che scende da 1,2 a 1,1).

Nessuna emergenza. Ma ora è senza dubbio su Taormina che si spostano i riflettori. La capitale del turismo siciliano era riuscita a rimanere indenne dalla “bufera” della precedente ordinanza in vigore dal 15 luglio scorso, che rimodulava il quantitativo di spazzatura da poter collocare in discarica e sin qui era riuscita a evitare l’emergenza anche in virtù dell’abilità di Messinambiente, i cui camion hanno effettuato lunghi viaggi partendo sin dalla nottata verso la discarica autorizzata di Lentini. «Stiamo verificando la situazione – ha dichiarato il sindaco Eligio Giardina -, c’è una riduzione ma riteniamo che in ogni caso non avremo nessuna situazione di emergenza nella nostra città. Il quantitativo giornaliero che conferiamo attualmente si attesta sulle 38 tonnellate, quindi dovremmo riuscire a rimanere nei parametri imposti dalla Regione. Al momento siamo, mediamente, di circa quattro tonnellate sotto il nuovo limite. Non c’è da allarmarsi».

Sospiro si sollievo. Reazioni di soddisfazione, intanto, a Giardini e a Letojanni dove i rispettivi sindaci tirano un sospiro di sollievo. «Per quanto ci riguarda – afferma il sindaco di Giardini, Nello Lo Turco – è prevalso il buon senso e il presidente Crocetta ha ripristinato i numeri precedenti mantenendo la sua promessa, fatta nel corso della telefonata che abbiamo avuto nelle scorse ore. Di questo gli do atto e gliene siamo grati». «La circolare regionale conferma le rassicurazioni che ci aveva dato Crocetta – dichiara Alessandro Costa, sindaco di Letojanni. Questo problema rischiava di compromettere la stagione estiva e avrebbe potuto determinare una vera e propria emergenza. Ci auguriamo che adesso non vada in sofferenza Taormina». «Seguiremo la vicenda con molta attenzione e ci auguriamo che non vi siano delle difficoltà – dichiara Franco Parisi, presidente dell’Associazione Imprenditori per Taormina. E’ chiaro che in una località come Taormina bisogna evitare problemi del genere, a maggior ragione in piena stagione turistica».

© Riproduzione Riservata

Commenti