Mazzeo, scivolo di piazza Pablo Pino
Mazzeo, scivolo di piazza Pablo Pino

Dramma sfiorato nelle scorse ore a Mazzeo. Un bambino di 8 anni è caduto, infatti, dallo scivolo di piazza Pablo Pino e l’impatto col suolo è stato violentissimo. A prestare i primi soccorsi al piccolo Carmelo è stato subito il padre Gianluca che lo ha prontamente portato presso l’Ospedale San Vincenzo. I medici di contrada Sirina hanno riscontrato al bambino una doppia frattura agli arti superiori. Serviranno cinque settimane affinché i suoi polsi guariscano: Carmelo ha subito una frattura scomposta al braccio destro e un’analoga frattura anche al braccio sinistro. Il bambino dovrà portare il gesso per un mese in entrambe le braccia.

Attimi di paura. Tanto spavento per i genitori, tra l’altro la mamma di Carmelo è incinta. «Ci siamo presi uno spavento che non si può capire – spiega il padre del bambino -. Siamo venuti qui a Taormina da Mascali per una vacanza di 10 giorni ma purtroppo è accaduta questa caduta che poteva avere conseguenze ancor più gravi. Per qualche istante abbiamo temuto il peggio, Dio ci ha aiutati. Per fortuna Carmelo se la caverà con un mese di gesso. La vacanza, evidentemente, è compromessa e volevamo tornare a casa ma il bambino ama questa zona e, nonostante la sofferenza, ci ha chiesto di restare qui ancora per qualche giorno».

Rischi. E alla fine di questa brutta avventura rimane il volto del piccolo Carmelo che pur sofferente, ma tenace, ha scelto di rimanere a Taormina, per provare ad allontanare il dolore. Rimane, invece, il problema dello scivolo per il quale è stata da tempo segnalata la pericolosità e la cui situazione andrebbe attenzionata immediatamente. Il legno della struttura è marcio e la struttura non è in condizioni di piena sicurezza, pertanto andrebbe subito chiusa o altrimenti consolidata o sostituita: sennò il serio rischio è che altri bambini in questa estate vadano incontro ad ulteriori cadute e relativi pericoli per loro salute.

© Riproduzione Riservata

Commenti