Taormina, Ospedale Sirina
Taormina, Ospedale Sirina

La “battaglia” per il mantenimento del Centro di Cardiochirurgia pediatrica a Taormina entra nel vivo e iniziano a mobilitarsi i vari sindaci dell’intero comprensorio ionico, ma più in generale del messinese ed anche dell’etneo, che stanno pensando ad alcune iniziative istituzionali già in vista dei prossimi giorni per esprimere il dissenso nei confronti della scelta del Governo Crocetta di trasferire (a partire dal prossimo anno) a Palermo il reparto attualmente ubicato al “San Vincenzo”.

Missione a Palermo. Durissime le reazioni dei sindaci di Giardini Naxos e Castelmola, ma anche di Letojanni, che si schierano in prima linea nella mobilitazione finalizzata a difendere la permanenza del “Bambin Gesù” a Taormina. I sindaci pensano ad una missione a Palermo, presso la Regione, ed intanto valutano l’opportunità di predisporre una delegazione, guidata dal primo cittadino di Taormina, Eligio Giardina, per incontrare il Ministro Beatrice Lorenzin, che nei prossimi giorni sarà a Giardini Naxos in occasione di un convegno. «Questa è una vicenda che riguarda tutti – spiega il sindaco di Giardini, Nello Lo Turco – e non consentiremo a nessuno di portarsi via un’eccellenza che è fiore all’occhiello della sanità della Sicilia Orientale e punto di riferimento per tante famiglie che hanno ricoverati ed in cura lì i propri figli. E’ una battaglia che dovremo affrontare tutti insieme e che sono convinto debba essere portata avanti con grande determinazione. Siamo pronti a fare la nostra parte, siamo al fianco del Comune di Taormina, e saremo soprattutto presenti in ogni sede possibile, sia politica che giudiziaria».

Sindaci sul piede di guerra. Il tono delle parole di Lo Turco è analogo a quello del collega Orlando Russo, sindaco di Castelmola. «Questa vicenda – afferma Russo – è una vergogna che continua, la Regione deve capire una volta per tutte che non può continuare a depredare in questo modo il nostro territorio. I sindaci della zona hanno obbligo di fare quadrato e capire cosa sta succedendo a Palermo. Andremo fino in fondo per difendere il nostro ospedale e la Cardiochirurgia pediatrica, abbiamo lottato in tante occasioni in questi anni e lo faremo anche stavolta». A difesa del “Bambin Gesù” di Taormina si schiera con determinazione anche il sindaco di Letojanni Alessandro Costa, per il quale «la Cardiochirurgia pediatrica di Taormina e’ un patrimonio di tutto il comprensorio ed occorre un’azione sinergica delle istituzioni a difesa di questo reparto. Siamo al fianco delle famiglie, siamo pronti ad affrontare la situazione in maniera concreta e fattiva e ad attivarci insieme al sindaco di Taormina e con i colleghi amministratori dei Comuni».

© Riproduzione Riservata

Commenti