Francesco Passantino project manager di Servizi Speciali
Francesco Passantino project manager di Servizi Speciali

Tramontata nella cittadina turistica l’era delle visite organizzate, a Taormina è tempo di “turismo multimediale” e da questo momento il collegamento virtuale tra la Perla dello Ionio e le varie realtà del mondo sarà possibile iniziare ad effettuarlo on line. Un nuovo, moderno, sistema multimediale di accoglienza è stato presentato nelle scorse dal vicesindaco, Mario D’Agostino, alla presenza di tecnici ed esperti del Comune e degli assessori Pina Raneri e Salvo Cilona. Alla presentazione dell’iniziativa hanno preso parte anche il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, il presidente dell’Associazione Imprenditori per Taormina, Franco Parisi, ed il direttore del Museo Casa Cuseni, Franco Spadaro. In virtù della collaborazione con una nota rete nazionale, si avrà presto a disposizione gratuitamente il wifi nei luoghi caratteristici della Città del Centauro. Come funziona. Basterà registrarsi e si avranno così due ore di tempo di collegamento al giorno, fino a cento mega di traffico, per avere a disposizione informazioni su Taormina. I luoghi dove sarà possibile usufruire del servizio saranno: piazza Duomo, piazza IX Aprile, Palazzo dei Congressi, Fondazione Mazzullo (Palazzo dei Duchi di Santo Stefano) ed Isolabella. Poi, in una seconda fase, il servizio potrà essere ulteriormente esteso. Ma il sistema informatico di Taormina comprende vari spunti interessanti.

Il sistema. È terminata anche l’epoca dei “ciceroni multimediali”, quelli che tramite gps, riuscivano ad accompagnare i turisti nel tour cittadini (iniziativa questa mai decollata in effetti) ed è, invece, in arrivo la gestione tramite bluetooth dei monumenti cittadini. Basterà adesso scaricare un app. denominata “Heilà Taormina”, attraverso il sistema, “ibeacons”, che usa un trasmettitore bluetooth il quale trasmette da settanta centimetri a settanta metri. Questo sofisticato sistema geolocalizza il monumento rispetto all’utente e farà accedere ai contenuti descrittivi del bene da ammirare. Sono per il momento ventisette in tutto i monumenti individuati per far parte di questo tour virtuale, ed il tutto sarà organizzato anche in inglese. Sempre nell’App Heilà, scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet, le varie sezioni disponibili consentiranno al turista, oltre alla identificazione dei luoghi di interesse storico o architettonico, anche una panoramica delle iniziative culturali e turistiche della Città. In prospettiva, in questo contesto potranno essere inseriti eventi di privati di alberghi, ristoranti e ritrovi.

Obiettivi. «L’obiettivo – dichiara l’assessore ai servizi tecnologici e vicesindaco Mario D’Agostino – è quello di far viaggiare il turismo e la comunicazione sempre più su smartphone, adeguando le capacità di veicolare le informazioni per il turista in modo rapido ed efficace. Anche per il residente, scaricando la App – continua D’Agostino – è possibile attingere ad informazioni di uso quotidiano ad alto interesse per la comunità, per arrivare in un secondo tempo ad una massima interazione tra cittadino ed amministrazione». Secondo l’Assessore al turismo Salvo Cilona, «altro importante traguardo è la realizzazione di un portale turistico, al quale stiamo già lavorando. Il tutto, naturalmente, in simbiosi con le associazioni di categoria».

© Riproduzione Riservata

Commenti