Taormina. Viabilità, solo 2 mila euro per
Foto di repertorio

Assegnati per il momento soltanto duemila euro per acquistare il materiale bituminoso destinato ad otturare le toppe dell’asfalto delle strade groviera della cittadina turistica. In attesa di più drastici e significativi interventi (ma quando verranno realizzati?) si va avanti per cercare di riparare ove possibile con opere di “rattoppo” le strade taorminesi, che troppo spesso appaiono in condizioni deprecabili e pericolose.

Malumori. Le proteste, non a caso, sono ormai giornaliere. Basta pensare ad esempio alla via Bagnoli Croce oppure alla via Circonvallazione. Indubbiamente al posto delle, solite, vistose toppe, per salvare le sospensioni dei mezzi sarebbe stato opportuno pensare ad un intervento di manutenzione complessiva e assai più efficace. Si è fatto un computo economico della spesa da affrontare che era di quarantamila euro, poi azzerato o quasi. Anche questa cifra sembra essere a dir poco esigua per lo stato di abbandono in cui si trovano le strade della località turistica.

Prospettive. In ottica di accoglienza del G7 andrebbe effettuato, dunque, un importante e sostanzioso piano di maquillage delle strade taorminesi che dovrebbero tornare a presentare un asfalto sicuro e ottimale come tanti anni fa. Si aspetta, insomma, il G7 del prossimo anno, al quale a dire il vero non manca neppure molto tempo: ma siamo certi che il vertice dei potenti consentirà la risoluzione di problemi come quelli delle strade groviera? Il G7 sarà davvero “la panacea” dei mali taorminesi?

© Riproduzione Riservata

Commenti