Rilanciare i rapporti con la Russia, seminario a Taormina con il Console Mikhail Kolombet

“Investire nella Federazione Russa. Business, Turismo e Cultura” è il tema del seminario che si terrà venerdì 15 luglio a Taormina e che si propone come obiettivo quello di incentivare i rapporti tra la Sicilia e la Russia. Una giornata organizzata dall’Associazione per le Relazioni Sicilia-Russia, con la collaborazione del Console Generale della Federazione Russa a Palermo, Mikhail Kolombet, che coinvolge Confindustria Catania, imprese edili, architetti e ingegneri interessati a lavorare con la Russia, imprese dell’agroalimentare, industria pesante e settore del turistico-immobiliare. Sono questi i settori imprenditoriali a cui le delegazioni stranieri si rivolgono e a cui verranno illustrate le seguenti tematiche: fiscalità e lavoro dipendente, procedure burocratiche per la creazione di una società a responsabilità limitata nella Federazione Russa, opportunità di investimento nella Federazione Russa, cenni di diritto commerciale della Federazione Russa e contrattualistica.

Il seminario mira a fornire informazioni concrete agli interessati per valutare le opportunità di investimento nel territorio russo, e per questa ragione sono stati invitati diversi governatori delle regioni occidentali della Federazione Russa e una delegazione della camera di commercio di Mosca. Saranno presenti: Larin Evgenii, Direttore generale del dipartimento per gli appalti pubblici della Federazione Russa; Kokoev Alexander, Vice-governatore regione di Mosca per l’area di Pushkin; Volkov Aleksei – Direttore del dipartimento per gli investimenti della regione di Mosca per l’area di Pushkin; Shumskaia Valentina, Rappresentante per l’imprenditoria femminile nella Federazione Russa; Zvonareva Ekaterina, membro del comitato per la direzione degli appalti nella Federazione Russa. Butunin Iurii, membro del consiglio federale della Federazione Russa; Shcherbina Liudmila; Presidente dell’ordine dei giornalisti di Mosca; Arzamastsev Denis – membro della commissione per l’agricoltura, Duma statale della Federazione Russa. Sarà inoltre presente una delegazione della regione di Čeljabinsk e della provincia di Tula.

Opportunità commerciali. Si aprono possibili nuovi scenari nel campo delle relazioni internazionali che vedono la città di Taormina ancora al centro della scena. La scelta di tenere il seminario nella Perla dello Jonio, molto amata dai russi, è infatti strategica e rappresenta un’occasione per approfondire e rilanciare le opportunità economiche e commerciali tra la Sicilia e la Russia che dimostra di avere un grande interesse a investire nell’isola. Le ultime notizie lo confermano, da poche settimane è operativo il volo diretto Mosca-Catania che collegherà tutte le domeniche settimanalmente fino al 2 ottobre lo scalo di Fontanarossa all’Aeroporto Domodedovo della capitale russa. Un programma che prevede sedici arrivi per un totale di circa 2.400 turisti russi che realizzeranno circa 25 mila presenze turistiche. Tra le destinazioni prescelte, insieme a Catania, Siracusa, Ragusa e Cefalù, figura anche la splendida Taormina. Un segnale importante che spetta agli operatori siciliani saper cogliere e sfruttare nella maniera migliore.

© Riproduzione Riservata

Commenti